Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

13/09/2010

Primo giorno di scuola, l’assessore Moretti in visita nelle scuole

In occasione dell’avvio dell’anno scolastico 2010-2011, questa mattina l’assessore all’istruzione del Comune di Vicenza, Alessandra Moretti, ha incontrato gli alunni nel loro primo giorno di scuola. L’assessore ha infatti visitato alle 9 la scuola media Barolini di via Palemone, dove è stata accolta dalla dirigente Emanuela Vicari, dalle classi prime e dai genitori; alle 10.30 la scuola primaria Giusti nella nuova sede di S. Maria Nova, dove, alla presenza della dirigente Paola Bortolon e di alcuni insegnanti, i bambini della terza A e della terza B hanno regalato all’assessore un disegno di benvenuto; e alle 11.30 alla scuola dell’infanzia Ketty Trevisan di via Mercato Nuovo, dove è in fase di sistemazione l’area verde e dove è stato installato un nuovo gioco. “Ciò che imparerete a scuola – ha detto l’assessore ai bambini - sarà uno strumento che andrà ad arricchire il vostro bagaglio di conoscenza e di esperienza. Più strumenti avrete nel vostro zaino della vita, maggiori saranno le possibilità di realizzare le vostre aspirazioni“.

Alle 12 infine l’assessore Moretti ha portato il saluto ai docenti e al personale di segreteria della scuola media Ambrosoli alla presenza del dirigente scolastico Alcide Norbiato. L’assessore ha espresso il proprio sostegno e la propria solidarietà a tutto il personale della scuola. “Su di loro si è abbattuta la manovra economica con tagli pesanti che determinano forti disagi e difficoltà nel garantire il servizio – spiega -. La scuola pubblica è un grande patrimonio comune da difendere a partire dai docenti che devono svolgere il loro ruolo didattico, educativo e formativo in condizioni oggi critiche. Basti pensare ai 40 mila posti in meno tra insegnanti e personale amministrativo e ai 25 mila precari senza lavoro a partire da quest’anno. La riduzione del tempo scuola deciso dal Ministro della pubblica istruzione – aggiunge - peserà sulle spalle delle famiglie in termini economici e sociali, con conseguenze negative anche in termini di qualità dell’offerta formativa”.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza