Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

15/07/2010

Ipab: imminente la nomina del consiglio di amministrazione che opererà con il nuovo statuto

Ipab: verso la nomina del consiglio di amministrazione che opererà con il nuovo statuto, i conti a posto e le linee di indirizzo per la definizione dell’accordo di programma con Comune e Ulss per la non autosufficienza. L’annuncio è del sindaco Achille Variati che in prossimità della scadenza del mandato del commissario straordinario Zenere, prevista per il 24 luglio, ha riaperto fino al 22 luglio i termini per la presentazione delle candidature per la nomina dei 5 componenti del nuovo cda.

 “Il commissario straordinario Zenere – ha detto il sindaco – conclude il suo mandato con l’approvazione definitiva del nuovo statuto deliberata in questi giorni. Si tratta del documento portato in consiglio comunale, salvo due modifiche marginali chieste dalla Regione”.  Una correzione è relativa all’indennità complessiva lorda del consiglio di amministrazione che, anziché essere fissata nello 0,25% delle entrate effettive di gestione riferite all’ultimo conto consuntivo approvato (ai dati attuali corrisponderebbe a circa 60 mila euro), è stata definita in un compenso fisso lordo annuale complessivo di 50 mila euro, confermando una netta riduzione rispetto ai compensi che spettavano al precedente cda, composto da 9 membri. L’altra precisazione riguarda lo stipendio del direttore generale che, come prevede la legge, non potrà superare quello della direzione regionale.

“In prossimità della scadenza del mandato di Zenere - ha aggiunto il sindaco - , al quale va il plauso per un lavoro attento fatto con grande dedizione, ho firmato la riapertura del bando per i 5 membri del cda. Chi volesse prestare la propria intelligenza e il proprio tempo, quasi a titolo di volontariato, ha quindi ancora tempo fino al 22 luglio per farsi avanti. Nel frattempo visiterò le strutture per parlare con gli operatori, perché malumori e tensioni non devono ricadere sulla qualità del servizio. Poi prenderò le mie decisioni, nominando i nuovi membri del consiglio di amministrazione con l’inizio dell’ultima settimana di luglio”.

Intanto, sempre per il 22 luglio, Variati ha fissato con l’assessore regionale Remo Sernagiotto il primo incontro della conferenza di servizi per la definizione dell’accordo di programma tra Comune, Ulss e Ipab che stabilirà la politica per la non autosufficienza e la localizzazione delle strutture del prossimo quinquennio. “A rappresentare l’Ipab – ha ricordato Variati – ci sarà ancora il commissario Zenere che potrà così trasferire al nuovo cda le tesi in via di elaborazione. L’obiettivo noto è passare dalla maxistruttura del Salvi a quattro realtà più piccole, di almeno 100 posti letto ciascuna, distribuite sul territorio, circondate da adeguati spazi verdi, capaci di accogliere i nostri anziani con servizi e modalità europei. Per questo stiamo ragionando sull’ala del San Camillo e su nuove struttura da realizzare a Laghetto, su proprietà Ipab, alle Maddalene, su proprietà comunale, e a Bertesinella, nell’ambito di un accordo con il Consorzio Agrario Lombardo Veneto inserito nel Pat”.

“L’intesa – ha proseguito Variati – prevede anche l’individuazione di tre nuove strutture per i servizi sociosanitari territoriali, dove assistenti sociali e operatori sanitari possano agire d’intesa, anche per favorire la permanenza degli anziani nella propria casa”.

La fattibilità del progetto dipenderà dalla valorizzazione di alcuni immobili dell’Ipab, come il complesso monumentale Trento, il convento del Salvi e Palazzo Serbelloni.

“Il Comune – ha concluso il sindaco – come compensazione potrebbe ricevere la colonia Bedin Aldighieri che il commissario Zenere ha considerato non idonea alla realizzazione di una nuova struttura, per questioni legate ai costi, ai parcheggi e alla viabilità. Per noi si tratterebbe di dare un nuovo polmone verde alla città e per questo auspico una convergenza su questa soluzione”.

L’avviso di riapertura del termine per la presentazione delle candidature per il consiglio di amministrazione dell’Ipab è pubblicato sul sito internet nella sezione Appalti, bandi, concorsi.

Per informazioni 0444/221176.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza