Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

08/07/2010

Polizia locale, multata una Porsche parcheggiato in viale Trento per uso improprio del contrassegno invalidi

Parcheggia la Porsche in un posto riservato agli invalidi esponendo sul cruscotto un permesso intestato ad un’altra persona. Ma è stato scoperto dagli agenti della polizia locale, che lo hanno quindi sanzionato con 78 euro e due punti in meno sulla patente. È successo nell’ultimo fine settimana in viale Trento.

“Se, dunque, in centro città si è drasticamente ridotto il malcostume di usare in modo improprio i contrassegni riservati agli invalidi da quando sono state accese le telecamere della ztl – sottolinea l’assessore alla sicurezza, Antonio Dalla Pozza –, evidentemente nel resto della città c’è ancora chi fa il furbo. Ma questa amministrazione non tollera tutti quei comportamenti che vanno contro le fasce più deboli della popolazione, siano essi disabili, bambini, anziani o mamme con le carrozzine. Vanno quindi puniti anche coloro che utilizzano impropriamente gli stalli di sosta per invalidi, chi invade i marciapiedi con le auto, chi non rispetta gli attraversamenti pedonali. Questa non deve essere la città delle auto – conclude l’assessore -, come ci raccontano impietosamente i dati dell'Istat in base al rapporto tra la lunghezza lineare delle auto circolanti a Vicenza e la lunghezza della rete viaria urbana che è pari al 103%, la terza in Italia dopo Milano e Monza, ma deve essere la città di tutti i vicentini, una città in cui le auto circolano rispettando anche gli altri utenti della strada”.

L’ordinanza che fissa le disposizioni operative nei confronti di chi utilizza scorrettamente il contrassegno è del 14 gennaio 2008. Da allora sono stati 23 i permessi ritirati perché usati da persone che non ne avevano diritto o perché sono poi risultati intestati a persone decedute, mentre sono stati 108 i permessi spontaneamente riconsegnati al Comando dai parenti degli autorizzati defunti.

Per contrastare l’abusivismo e la falsificazione dei permessi, infine, ai 758 permessi rilasciati nel 2008, ai 772 del 2009 e a tutti i successivi è stato applicato sul contrassegno un bollino olografico che facilita la polizia locale a distinguere i permessi originali da quelli contraffatti.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza