Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

23/04/2010

Postkarten e Alfabeto Apocalittico con Sanguineti e Scodanibbio per Dire poesia 2010 a Palazzo Leoni Montanari

“Naturalmente Edoardo Sanguineti è il più musicale, il più musicato e possibilmente anche il più musicista dei poeti tanto che verrebbe da chiedersi cosa sarebbe la musica contemporanea italiana senza di lui”. L’affermazione è di Stefano Scodanibbio, contrabbassista e compositore che ribadisce: “Per me, come credo per molti altri, il nome di Sanguineti ha incarnato e connotato l’idea stessa di avanguardia, di quella (neo)avanguardia che, affermiamolo pure tranquillamente, ha espresso le cose migliori dell’ultimo mezzo secolo: le “poesie” di Sanguineti, appunto, i “romanzi” di Arbasino, il”teatro” e i “film” di Carmelo Bene, le “opere” di Berio e Nono”.
La citazione di Scodanibbio non è casuale. Il musicista ed il grande poeta saranno, insieme, ospiti di Dire poesia mercoledì 28 aprile, in uno degli appuntamenti clou della rassegna, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune  di Vicenza e da Intesa Sanpaolo. L’incontro sarà ospitato dalle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari con inizio alle 18. Ad introdurre l’evento sarà il curatore della rassegna, il professor Stefano Strazzabosco.
Ad unire i due personaggi è una performance intitolata Postkarten, titolo assunto da quello di una raccolta poetica di Saguineti.
A proposito della poesia di Sanguineti, Scodanibbio ricorda: “Ho conosciuto Sanguineti nel 1991, a Genova, nell’occasione di un concerto in cui eseguivo una composizione di Fausto Razzi che utilizzava un testo sanguinetiano. L’inizio del nostro rapporto è però dovuto al nome di un altro poeta genovese, Vittorio Reta, scomparso prematuramente nel 1977 e ormai dimenticato, ma da entrambi considerato come il più rappresentativo della sua generazione. Ne venne fuori una piccola opera radiofonica che utilizzava un intervento critico di Sanguineti, oltre che i versi di Reta e la mia musica per quartetto d’archi direttamente ispirata dal suo unico libro pubblicato (Visas).
Ma era ormai tempo, per me, di lavorare direttamente con e sulla poesia di Sanguineti, prendendo a modello la recitazione stessa del poeta: una voce particolarissima, una lettura antiretorica, un ritmo scandito. Dalla raccolta Postkarten selezionai e ricomposi un buon numero di poesie. Immaginai un percorso parallelo, assolutamente non illustrativo, un “doppio” costituito dalla mia pratica strumentale quotidiana, con i suoi automatismi e i suoi tic, miscela di composizione e improvvisazione.
Ecco Postkarten (1997), per voce e contrabbasso, sorta di variazioni (cartoline) su tema cromatico sostenuto da una linea d’orizzonte acuta, in suono armonico, sempre presente. Abbiamo eseguito questo  brano in  numerosi concerti e, un po’ per gioco e un po’ perché mancava qualcosa che fungesse da “bis”, si sono venute affacciando, poco a poco, procedendo dalla zeta a ritroso, le lettere dell’Alfabeto apocalittico.
E’ un nuovo lavoro quello che si presenta ora, un altro approccio, grazie anche alla provocazione e alla complicità di Enrico Baj. Con altre categorie in gioco. Altre tavolozze. Altri erbari”. 
L’incontro è ad ingresso libero, sino ad esaurimento dei posti disponibili.
Informazioni: Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura, tel. 0444 222101 – 222114 infocultura@comune.vicenza.it; Beni culturali, Intesa Sanpaolo, tel. 800201782, beniculturali@intesasanpaolo.com, http://direpoesia.wordpress.com

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza