Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

20/11/2009

Blocco del traffico, partono lunedì gli sconti sui mezzi pubblici per i possessori di veicoli Euro 0 ed Euro 1. E l’assessore Dalla Pozza intanto “ci mette la faccia”

Lunedì 16 novembre è partito il blocco del traffico per i mezzi più inquinanti, gli Euro 0 e gli Euro 1. Lunedì prossimo 23 novembre partono invece gli sconti sui biglietti dei mezzi pubblici Aim per i possessori dei veicoli coinvolti dalle limitazioni del blocco.

“È proprio il caso di dire che ci metto la faccia – fa notare l’assessore all’ambiente Antonio Marco Dalla Pozza -: nei manifesti che a breve verranno affissi in città per pubblicizzare questa campagna battezzata “antismog” sono raffigurato nei panni di un vigile con tanto di paletta. Ma accanto alla comunicazione in cui ricordo il divieto, dò anche un messaggio positivo volto alla sensibilizzazione dei cittadini all’uso dei mezzi pubblici anziché dell’auto per contribuire ad una città più vivibile attraverso il contenimento delle polveri sottili nell’aria”.

Questa mattina infatti a palazzo Trissino, l’assessore, prima ancora di illustrare gli sconti sui biglietti Aim, ha evidenziato come a Vicenza siano 8, con oggi, i giorni consecutivi di sforamento dei limiti di Pm10. “La situazione è grave, eppure in questa battaglia all’inquinamento ci sentiamo lasciati soli – ha spiegato Dalla Pozza -. Siamo infatti una delle pochissime città italiane ad aver introdotto una scontistica in questo campo e sicuramente l’unica in Veneto. Del resto è nostra volontà andare incontro ai cittadini penalizzati dal blocco, nonostante la Regione Veneto sia l’unica in tutto il Nord Italia, e non solo, che non eroga un solo centesimo alle amministrazioni comunali per agevolare i propri cittadini nella lotta all’inquinamento: non ci sono più soldi infatti per il progetto di spazzamento stradale ad umido e raccolta delle polveri, né per incentivare l’acquisto delle biciclette a pedalata assistita; e non risulta alcun stanziamento di fondi per la conversione degli impianti delle auto a metano o a gpl”.

Passando alla scontistica sui biglietti Aim per i possessori di veicoli penalizzati dal blocco dei mezzi Euro 0 ed Euro 1 (fino al 18 dicembre e dall’11 gennaio al 31 marzo, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18) e dei veicoli Euro 2 diesel (da gennaio ogni mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 18), è sufficiente che il cittadino si rechi agli sportelli commerciali di Aim di via Fusinieri o della stazione Ftv per compilare un modulo prestampato con le informazioni relative alla classificazione e alla proprietà del veicolo, nonché allo stato famiglia (per gli sconti famiglia) e la residenza. Da lì in poi, ogni volta che il proprietario del veicolo si presenta agli sportelli per acquistare i biglietti avrà automaticamente diritto agli sconti che saranno validi nei periodi del blocco. 

Tra i vari sconti introdotti, Dalla Pozza ha sottolineato in particolare l’offerta di un carnet di 10 biglietti andata e ritorno al costo di soli 12 euro anziché 24: “E’ evidente che in questo modo risulta gratis il viaggio di ritorno, senza contare che, in tutti i casi previsti dalla scontistica, i biglietti sono validi su tutta la tratta urbana e non solo all’interno del perimetro del blocco. Se si fanno due conti, pertanto – ha evidenziato -, con il costo di un litro di benzina a 1,30 euro, a Vicenza chi ha un veicolo Euro 0 o Euro 1 viaggia con 1,20 euro su tutta la rete urbana, andata e ritorno. La nostra quindi non è solo un’operazione di carattere ambientale – ha concluso l’assessore -, ma che guarda anche alle tasche dei cittadini”. Significativo in questo senso è allora anche il biglietto settimanale che passa da 15,60 a 11 euro e che sarà valido 7 giorni (domenica compresa) anziché 6.

La promozione prevede inoltre che i biglietti con validità giornaliera sulla rete urbana Aim abbiano i seguenti sconti: il biglietto per la persona singola passa da 5,10 a 4,50 euro; il genitore singolo che viaggia assieme ai propri figli paga un unico biglietto da 5,10 euro; un nucleo famigliare i cui componenti viaggiano tutti assieme paga un unico biglietto da 7 euro.

Per quanto riguarda poi il centro bus, è prevista una “carta famiglia” del costo di 2 euro che comprende il viaggio di andata e ritorno per tutti i componenti del nucleo famigliare (che devono però spostarsi assieme), con un sensibile risparmio, dunque, rispetto ai 2,40 euro per una persona o ai 3,60 euro per 2 persone e così via crescendo.  

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza