Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

02/10/2009

Domenica 4 ottobre la chiesetta longobarda di S. Maria Etiopissa prima protagonista della rassegna "Vicenza d'autore. Concerti per musica e parole nei luoghi d’arte della città"

La chiesetta di S. Maria Etiopissa, prezioso scrigno di origine longobarda al confine tra la località di Polegge e il Comune di Dueville, sarà la prima di una serie di monumenti di alto valore artistico a fare da cornice alla rassegna "Vicenza d'autore. Concerti per musica e parole nei luoghi d’arte della città", promossa dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza nell’ambito di un progetto con Regione Veneto, Fondazione Cariverona e Fondazione Roi, con il sostegno di Aim e Confcommercio.

L'appuntamento a S. Maria Etiopissa - una vera opportunità per scoprire questo affascinante luogo solitamente chiuso al pubblico - è per domenica 4 ottobre, alle 11.30,  con la celebrazione liturgica “Messa per San Francesco”. La parte musicale della messa sarà affidata al coro Coenobium Vocale diretto da Maria Dal Bianco, il quale presenterà un repertorio di musica gregoriana e polifonica (tratto dal Codice di Montpellier, G.V. Weerbecke, P. De la Rue, G. Croce e F. Poulenc).

Prima della celebrazione sarà dato spazio alla spiegazione storico-artistica dell'edificio.

L'organizzazione di questa iniziativa è stata possibile grazie alla preziosa collaborazione della Parrocchia di Polegge, di tutto il vicinato, e dell'azienda agricola Rigon Ruggero che al termine della messa proporrà ai presenti una degustazione di prodotti tipici.

Per l'occasione sarà messo a disposizione il vicino parcheggio del bar e ristorante Tre Scalini. La partecipazione è libera. Informazioni allo 0444 221541, infocultura@comune.vicenza.it.

  La chiesa di Santa Maria Etiopissa è uno dei pochi monumenti architettonici di età medievale rimasti nell'alto vicentino. Le origini dell'edificio risalgono presumibilmente intorno al X-XI secolo d.C., anche se alcuni studiosi anticipano la fondazione all'età longobarda (VII sec. d.C.) sebbene la struttura che vediamo oggi appartenga principalmente al XV secolo. All'interno vi sono presenze pittoriche che ripercorrono circa lo stesso arco cronologico della chiesa.

Il titolo Etiopissa, che solleva ancora discussioni, può trovare origine dalla fondazione della chiesa ad opera di missionari orientali venuti in Italia a combattere l'arianesimo longobardo e gli scismatici latini.

 

Coenobium Vocale ha sede a Piovene Rocchette e nasce dall’idea di una ricerca nella musica corale maschile. Negli anni il coro, diretto da Maria Dal Bianco, partecipa a rassegne, festival, stagioni concertistiche e si afferma in concorsi nazionali e internazionali. Nel 1993 il gruppo vince il 1° premio al Concorso Polifonico Nazionale di Quartiano, e il Gran Premio E. Casagrande al Concorso Nazionale di Vittorio Veneto; nel 1995 si aggiudica il 1° premio nella categoria "voci pari" al Concorso Nazionale "Guido d'Arezzo. Il coro svolge intensa attività concertistica in collaborazione con enti e associazioni culturali quali Amici della Musica, Festival di Musica Antica di Trento, Festival Galuppi, Euretes, Società del Quartetto.

 

Per informazioni ci si può rivolgere all'assessorato alla cultura: 0444 221541, infocultura@comune.vicenza.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza