Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

11/09/2009

Il Comune di Vicenza verso la vendita delle azioni dell’Autostrada Brescia Padova. Variati, “Un’operazione da 40 milioni di euro per cominciare a mettere a posto Vicenza”

“Il Comune di Vicenza va verso l’alienazione della maggior parte delle azioni che detiene nella Spa Autostrada Brescia, Verona, Vicenza, Padova”. Ad annunciarlo è il sindaco Achille Variati la cui giunta comunale questa mattina ha perfezionato la proposta di deliberazione da sottoporre al voto del consiglio comunale. “In sintonia con Provincia di Vicenza e Camera di Commercio – ha detto il sindaco – e nella stessa direzione in cui si stanno muovendo altri Comuni come quello di Padova, anche noi riteniamo che la presenza degli enti locali in questa società abbia fatto il suo corso. Gli enti locali erano entrati nella società Autostrada ai suoi albori, come volàno per lanciare l’iniziativa. Negli anni la situazione è notevolmente cambiata: l’Autostrada non ha distribuito utili, ma consegnato opere, come a Vicenza la tangenziale sud. La proroga della concessione fino al 2026 porta con sé un piano delle opere da 3 miliardi di euro che, tuttavia, per il Comune di Vicenza conterrà soltanto la prosecuzione a nord di via Aldo Moro. Come dire che l’azione di ritorno in termini di benefici per il territorio è praticamente conclusa. Il controllo pubblico della società, del resto, è già segnato: all’Autostrada, infatti, serve un aumento di capitale che gli enti locali non possono sostenere, senza contare il conseguente indebitamento al quale andrà incontro”.

Questo, dunque, il momento migliore per vendere le azioni comunali nella misura, proposta dalla giunta, del 3,55% sul 3,85% attualmente detenuto, con il mantenimento di una quota pari allo 0,30% che consentirà la partecipazione all’assemblea della società per continuare ad esprimere gli interessi della comunità vicentina.

Per procedere, è necessario il voto in consiglio, che il sindaco chiede entro settembre. Quindi si dovrà fare un’asta pubblica per un valore, secondo la perizia già svolta dalla Provincia, che per la quota messa in vendita dal Comune sarà pari a 40 milioni di euro.

L’asta, che si vuole lanciare con la Provincia di Vicenza come capofila di tutta l’operazione in veste di stazione appaltante, non potrà essere a ribasso, ma soltanto far aumentare questa cifra.

“Se tutto andrà a buon fine - commenta il sindaco -  il Comune potrebbe contare su una importante cifra da investire nel piano triennale 2010-2012. Per farne cosa? Con un PAT che si sta sempre più definendo, questi soldi serviranno per cominciare a mettere a posto Vicenza, in particolare alle voci infrastrutture e modernità. Quaranta milioni sono tanti, ma chiaramente non bastano. Per questo li utilizzerei in una più complessa operazione di ingegneria finanziaria con lo scopo di moltiplicare il valore effettivo delle opere che potrò finanziare”.

Il capitale sociale della società Autostrada è di 108.450.000 euro. Il Comune di Vicenza, che attualmente detiene il 3,85% delle azioni per una quota di capitale sociale pari a 4.175.325 euro, entrò a far parte della “Società per la costruzione e gestione dell’Autostrada Brescia, Verona, Vicenza, Padova” nel 1952, con la sottoscrizione di azioni per 500 mila lire.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza