Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

01/09/2009

“Vivi Campo Marzo”: nuova maratona di concerti da giovedì 3 a martedì 8 settembre in occasione della festa dei Oto

Sabato sera maxischermo con il cinema muto di Buster Keaton accompagnato dal vivo da quattro sassofonisti; domenica la Cooperativa Insieme festeggia i 30 anni di attività

Avvio di settembre con i fiocchi, quello proposto dal Comune di Vicenza con “Vivi Campo Marzo”. Mai come in questi giorni dedicati alla festa dei Oto la grande area verde alle porte del centro storico pullulerà di iniziative e spettacoli, con la musica protagonista: ai lati di viale Dalmazia il tradizionale parco dei divertimenti, verso l’esedra di viale Roma l’attività della biblioteca, da entrambe le parti le aree di sgambettattura dei cani, verso via dell’Ippodromo una successione praticamente ininterrotta di concerti nell’arena attrezzata anche con un punto di ristoro gestito dal Bar Borsa. Per tutti, una rete wi fi gratuita accessibile 24 ore su 24.

 

Per quanto riguarda i concerti, la musica dal vivo ritorna a Campo Marzo giovedì 3 settembre alle 20.30. Sul palco “Zoysie”, un gruppo tutto vicentino il cui nome prende spunto dall’incipit del libro “Le correzioni” di Jonathan Franzen. Tommy, cantante e  chitarra del gruppo, Ricky alla chitarra, RJ al basso e Zero alla batteria, propongono in un mix tra melodico e dissonante un rock alternativo e sonorità svincolate dalle logiche commerciali.

Alle 22 la serata prosegue con i “Polar for the masses” (sul palco Jordan, Simone e Davide): musica punk rock imparentata con il melodic-core d’oltreoceano per un’esibizione potente, ma orecchiabile, con un sound gli stessi musicisti definiscono “viscerale e cosmico”.

 

Venerdì 4 settembre lo spettacolo comincia alle 20, con i “Vincent”: Michele Prontera alla chitarra, la voce Stefano Gallinaro, Manuele Masarà alla batteria e Morris Morris al basso sono i compontenti di questa band ispirata dall’energia del rock.

Alle 21 sarà la volta dei “Tindra”, gruppo formato dal trio Alexander Codda (chitarra e voce), Karim Vezzaro (basso) e Marco Cioce (batteria). Rock alternativo il repertorio che si ispira a panorami musicali differenti, spaziando dal grunge al progressive, senza mai perdere una vena melodica.

Infine, alle 22, saliranno sul palco i “Papataci”, gruppo che raccoglie esperienze differenti: per Luca Bastianello (voce e basso) l’ispirazione è hendrixiana; Carlo Bucci (batteria) proviene dalla vena prog dei Genesis; Livio Gaigher (chitarra) ha sicuramente un dna pattoniano; infine Aldo Balzarotti (organo/tastiere) affonda la sue radici nel rock.

 

Ritorna, sabato 5 settembre alle 18, il djset aperitivo animato dalle scelte musicali di Lady Gisa: dalla consolle funk, soul, jazz, acidjazz, abstract hiphop, dubstep e brokenbeat.

Seguirà, alle 21, la vera “chicca” della programmazione di questo fine settimana: un film – concerto con tre famosi cortometraggi del genio della comicità muta, Buster Keaton accompagnati dal vivo dal quartetto di sassofonisti “Palladian Saxophone Quartet”. Mentre su un maxischermo di 4 metri per 3 scorreranno le immagini di tre classici di Keaton, ciascuno della durata di una ventina di minuti (Il capro espiatorio, I vicini e Lo spaventapasseri), i musicisti Corrado Vezzaro, sax soprano, Basilio Meneghini, sax contralto, Anna Righetto, sax tenore e Emma Nicol Pigato, sax baritono, tutti usciti dal concervatorio di Vicenza, accompagneranno con la musica le storie altrimenti mute. Uno spettacolo assolutamente inedito, con il calore dei quattro sassofoni che vanno a sostituirsi al tradizionale accompagnamento al pianoforte.

 

Domenica 6 settembre i concerti di “Vivi Campo Marzo” saranno dedicati ai festeggiamenti per i 30 anni di attività della Cooperativa Insieme. L’obiettivo della serata sarà promuovere alcuni contenuti che da sempre caratterizzano le attività della cooperativa, dal riciclo e riuso creativo dei materiali all’attenzione al sociale, dalle tematiche ambientali della riduzione e smaltimento dei rifiuti alle energie rinnovabili, fino alla mobilità sostenibile. In aggiunta alle consuete panchine, il parco si popolerà per l’occasione di angoli lounge, per ‘fare salotto’ circondati dal verde di città. Saranno allestiti anche un’area libreria dove verranno distribuiti gratuitamente libri usati, installazioni artistiche con materiali riciclati e un punto parcheggio biciclette con documentazione sulla mobilità sostenibile.

Due i concerti in programma, affidati ancora una volta a band locali: alle 18 saliranno sul palco i Pensierozero, mentre alle 21 la scena sarà dei Klaptonite.

Il primo gruppo proporrà rock nostrano con un repertorio sofisticato e atmosfere morbide, mentre la seconda formazione suonerà un’irresistibile compilation di greatest hits di Eric Clapton. 

 

In occasione del ponte dei Oto, gli spettacoli proseguono senza pause anche lunedì 7 settembre: alle 18, aperitivo elettronico con "Back to the Future 3" dei djs Dax & Cyco: musica d'avanguardia e il miglior dub-step per Cyco, uno dei resident djs del Maffia Club di Reggio Emilia e per Dario Bedin, in arte Dax dJ, uno dei dj italiani più acuti in fatto di selezione musicale, tecnica e stile, organizzatore del festival di musica elettronica JND del Bar Sartea.

Alle 21, il palco sarà tutto dei Vertical, formazione nota ben oltre i confini locali. Con loro (Paolo Bortolaso all’hammond, Filippo Rinaldi al basso, Luca Gazzani alla batteria, Nicola Tamiozzo alla chitarra, Andrea Gastaldon al sax, Luca Moresco al Trombone, Massimo Tuzza alle percussioni e Francesco Rigo) protagonista della serata sarà il funk venato di influenze jazz: James Brown, The James Taylor Quartet, Herbie Hancock, Jamiroquai e Radiohead alcune delle band ispiratrici del gruppo.

 

Per il gran finale della maratona musicale del primo lungo fine settimana di fine estate, martedì 8 settembre alle 18 la consolle di “Vivi Campo Marzo” sarà tutta di Djb: suo un repertorio minimal tech-electro che si ispira alla musica synt elettronica degli anni 80.

Infine, alle 21, si esibiranno i “Vimana”: la voce di Matteo Chiementin, la chitarra di Giovanni Baldan, le tastiere di Giuseppe Malinconico, il basso di Michele Piccoli e la batteria di Daniele Fabris, contribuiranno a rendere unica la serata dedicata alla raccolta di fondi per “La città della Speranza” con brani propri e con le migliori canzoni di gruppi come gli U2, i Police, i Coldplay, David Bowie e i Depeche Mode.

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza