Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

17/03/2009

“Vie d’acqua – Vicenza lungo i fiumi”: dal 23 al 26 aprile spettacoli, iniziative per le scuole, mostre, convegni e percorsi nel territorio sull'acqua come risorsa e come elemento di paesaggio urbano

Prologo della manifestazione domenica 22 marzo

Valorizzare la città da una prospettiva inedita; esplorare gli angoli più suggestivi disegnati dall'idrografia cittadina; riflettere sull'acqua come risorsa preziosa per l'umanità. Questi gli obiettivi principali della manifestazione "Vie d'acqua – Vicenza lungo i fiumi", organizzata dal 23 al 26 aprile, con prologhi sin dalla Giornata mondiale dell'acqua di domenica 22 marzo.

In programma spettacoli per bambini, percorsi pedonali e ciclabili, concerti, installazioni, incontri con nomi di prestigio del giornalismo italiano.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Trissino dall’assessore alla cultura Francesca Lazzari, dall’assessore all’istruzione Alessandra Moretti e dal presidente di Aim acqua Giancarlo Corò.

Nata da un progetto dell'assessorato alla cultura del Comune di Vicenza realizzato con Aim acqua e curato per la parte organizzativa dall'associazione "Meccano 14" con la consulenza del professor Gianni Moriani, l'iniziativa ha avuto la collaborazione degli assessorati alle politiche giovanili e ai lavori pubblici e ha adunato intorno a sé un pool di aziende sponsor che garantiscono un ulteriore sostegno: si tratta di CO.I.MA, Svet s.r.l, Telekottage Plus s.r.l, Imprese Edile Abbadesse, Zefferino Zen, New Viedil s.r.l. e V.P.S. s.r.l.

“Tutte queste partecipazioni attratte dal progetto – ha sottolineato l’assessore Lazzari – la dicono lunga sulle sue potenzialità. Le proposte di “Vie d’acqua” hanno lo scopo di accompagnare i vicentini, e non solo, in un percorso fisico e allo stesso tempo ideale tra i corsi d'acqua e i ponti della città, suggerendo una diversa prospettiva di visione e tentando di restituire la storia e il ruolo che l'acqua ha sempre avuto, ed ha tuttora, per la città. Incrociando aspetti urbanistici, letterari e artistici, questo felice connubio tra pubblico e privato, tra qualità e quantità – ha quindi aggiunto Lazzari -, offrirà una chance ai vicentini per appropriarsi, e riappropriarsi, di spazi urbani bellissimi, ma spesso poco conosciuti di Vicenza”. Numerosi infatti i luoghi coinvolti, per lo più all'aperto e nelle vicinanze di corsi d’acqua: da ponte S. Michele ai Giardini Salvi, da via Giuriolo a Palazzo Chiericati, ovvero la zona dell'Isola, set particolarmente adatto a una manifestazione di questo genere.

“L’intenzione dell’amministrazione è di riproporre ‘Vie d’acqua’ anche nei prossimi anni – ha annunciato Lazzari -. Pertanto questa prima edizione rappresenta un utile test su vicentini, turisti e sui vari target di pubblico”.

“L’assessorato all’istruzione e alle politiche giovanili – ha dichiarato l’assessore Moretti -, ha aderito con entusiasmo a questa iniziativa perché è assai connessa alla funzione socio-educativa che ogni amministrazione deve perseguire nei confronti della cultura del rispetto dell’ambiente e delle risorse preziose come l’acqua, ma anche per divulgare il valore della sostenibilità dei consumi. In tutto sono coinvolti oltre mille bambini per 16 istituti – ha quindi aggiunto Moretti -, oltre ad alcuni giovani artisti stranieri che esporranno in una mostra al piano terreno della Basilica Palladiana le loro opere legate al tema dell’acqua”.


Domenica 22 marzo il prologo della manifestazione

Il prologo della manifestazione è in programma in occasione della Giornata mondiale dell'acqua, ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, che cade ogni 22 marzo.

La città di Vicenza quest’anno risponderà all'appello con molteplici iniziative in una giornata che coincide con la domenica "ecologica" e che si inserisce quindi in un contesto di particolare attenzione e rispetto verso l'ambiente.

Alle 15 un gruppo di volontari si occuperà di ripulire l’approdo al fiume, a ponte Pusterla (zona dell’ex parcheggio Aci), sistemandone il piano, e ripulendo le parti murarie, ora deturpate da scritte.

Alle 15.30, in centro storico partiranno due percorsi guidati - uno a piedi e uno in bicicletta - lungo le vie fluviali della città, che si concluderanno in piazza dei Signori con l'esibizione dei trampolieri del gruppo "Voci dal Medioevo" di Trambacque.

Inoltre, la giornata vedrà la felice concomitanza della manifestazione podistica StraAVicenza, durante la quale si ricorderà l'importanza di un consumo idrico intelligente mettendo a disposizione dei corridori, al posto delle tradizionali bottigliette, "l'acqua del sindaco" (così chiamata quella del nostro acquedotto), servita in bicchieri rigorosamente biodegradabili messi a disposizione da Coop Adriatica.


Sabato 18 aprile il convegno e le due mostre

La manifestazione avrà inizio ufficialmente sabato 18 aprile con il convegno a Palazzo Chiericati "Vicenza e le vie d'acqua: quali prospettive?" curato dall’associazione Civiltà del Verdein collaborazione con l'assessorato ai lavori pubblici, nel quale verranno approfonditi gli aspetti economici, paesaggistici e turistici delle risorse idriche del territorio.

Nello stesso giorno saranno inaugurate due mostre dedicate all’acqua, che costituiranno uno dei motivi di maggior interesse della manifestazione.

La prima, di carattere storico-geografico, a cura del professor Moriani dell’università di Venezia, sarà allestita a Palazzo Chiericati e presenterà reperti archeologici, foto storiche e opere d'arte raffiguranti Vicenza e i suoi fiumi, riservando uno spazio importante alla rappresentazione del percorso dell'acqua del nostro territorio, dalle risorgive alla città e all'acquedotto vicentino.

La seconda mostra sarà invece dedicata alle arti visive nell'ambito del progetto “Informastranieri”, promosso dall’assessorato all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Vicenza e finanziato dalla Regione Veneto, assessorato per i flussi migratori. Questa azione specifica consisterà in un’esposizione di opere dedicate al tema acqua prodotte da giovani artisti visivi italiani e stranieri presenti sul territorio.

La mostra avrà il compito di proseguire il percorso di integrazione degli stranieri di seconda generazione presenti in città. Oltre a dare valore artistico contemporaneo alla manifestazione, il progetto, che sarà ospitato nei locali del piano terreno della Basilica Palladiana (ex negozio Iana-Bimbi), sottolineerà infatti i valori dell'integrazione e della relazione che i giovani stranieri di seconda generazione possono mettere in campo nel rapporto con le nuove generazioni italiane e con il territorio.


Gli eventi dal 23 al 26 aprile

"Vie d'acqua" avrà il suo culmine nell'ultimo fine settimana di aprile.

Si inizia giovedì 23 con il concerto dell'artista austriaco Christian Fennesz, in piazza Matteotti, lo storico porto fluviale della città. Fennesz - nome di spicco della scena della musica elettronica mondiale - presenterà il suo ultimo lavoro “Black Sea”, influenzato dalle suggestioni del mare. Sarà accompagnato dalle proiezioni del video-artista Giuseppe La Spada, unico italiano ad aver ricevuto il prestigiosissimo premio Webby, l’equivalente dell’Oscar per i video designer. La Spada inoltre sarà protagonista dell’evento anche con installazioni visuali che illumineranno i fiumi della città nei giorni della manifestazione.

Nella serata di venerdì 24 aprile, oltre alle installazioni video e a performance live in vari punti del centro, sarà presentato, in piazza Matteotti,  un filmato sui fiumi nella storia del cinema realizzato dall'associazione Observa - Science in society, un reading dello sceneggiatore Lorenzo Calza e uno spettacolo di trampolieri.

Le giornate di sabato 25 e domenica 26 aprile si apriranno con percorsi guidati lungo le vie fluviali e si articoleranno poi nei vari luoghi della città coinvolti dalla manifestazione, proponendo letture ad alta voce, spettacoli, incontri con giornalisti e opinionisti nazionali, concerti, proiezioni e letture di poesia. Momento di particolare rilievo sarà l'esecuzione di Water Music di Händel, allestita per "Vie d'acqua" da "I Musicali Affetti" diretti da Fabio Missaggia.

I cittadini invitati a inviare immagini sui corsi d’acqua della città

Anche i cittadini potranno contribuire ai contenuti della manifestazione inviando, entro fine marzo, fotografie personali a stampa o digitali, legate ai corsi d'acqua del territorio: ricordi, paesaggi, visi e storie che meritano di non essere dimenticati e che saranno resi visibili a tutti tramite cartellonistica e proiezioni durante i giorni della manifestazione, con lo scopo di ricostruire una "memoria autobiografica collettiva" del rapporto dei vicentini con i fiumi della città.

Chi intende partecipare potrà inviare o consegnare il materiale all’assessorato alla cultura in Levà degli Angeli, 11 o all’indirizzo email: infocultura@comune.vicenza.it.


Il coinvolgimento delle scuole

A dimostrazione dell’interesse delle scuole per il tema della manifestazione, va segnalato che sono già sedici gli istituti comprensivi (un migliaio gli alunni interessati) che hanno richiesto di ospitare una conferenza sui percorsi delle risorse idriche e sul loro suo consapevole, tenuta da Romano Trevisiol presidente gruppo grotte G. Trevisiol-Cai Vicenza. L’iniziativa prenderà avvio da martedì 24 marzo.


Iniziative collaterali

Il tema dell'acqua sarà oggetto di altre iniziative che rientrano nel cartellone della manifestazione pur essendo promosse da altri soggetti: la Biblioteca Bertoliana aprirà in via straordinaria la sua sede di domenica, la Biblioteca La Vigna presenterà un libro del professor Reginaldo Dal Lago sul Lago di Fimon; Soroptimist International d'Italia, venerdì 8 aprile, effettuerà la premiazione pubblica del concorso "Acqua, una grande risorsa".

Informazioni

La partecipazione a tutti gli incontri è libera.

Per informazioni è possibile contattare l'assessorato alla cultura (tel. 0444 222104 ; e-mail: infocultura@comune.vicenza.it; sito web: www.comune.vicenza.it) e l'associazione Meccano 14 ( e-mail: info@meccano14.org; sito web: www.meccano14.org).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza