Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

09/12/2008

Variati in riunione con la maggioranza: “Discuteremo di riassetto di Aim e del suo nuovo statuto. Proporrò un ritorno forte alla vocazione industriale dell’azienda”

Riassetto e nuovo statuto di Aim saranno i temi della discussione che il sindaco Achille Variati, accompagnato dall’assessore alle strategie per il rilancio economico ed industriale delle aziende e società partecipate Tommaso Ruggeri, proporrà questa sera alla maggioranza consiliare. Entro fine anno, infatti, va elaborata e votata la delibera di competenza del consiglio comunale che deve dare il via libero all’importante trasformazione.

Per quanto riguarda il nuovo assetto, il traguardo da raggiungere è una nuova “taratura sugli obiettivi industriali smarriti”. Ciò significa che il sindaco proporrà una riorganizzazione che si lasci alle spalle tutte le attività fonte di spreco e di perdite, e che consenta ad Aim di rafforzare la sua storica vocazione industriale.

“La nuova struttura aziendale - spiega Variati - dovrebbe prevedere i quattro grandi assi dell’energia; dell’attività di manutenzione e progettazione (con il rapido ingresso di AMCPS); dell’igiene urbana e ambiente; dell’attività amministrativa, di gestione patrimoniale, delle relazioni esterne e finanziaria.  A parte rimarrebbe l’asse che riguarda trasporti, mobilità e sosta”.

“L’ingresso dei comuni limitrofi - prosegue il sindaco - potrebbe avvenire su specifiche società di scopo, con quote meno impegnative per gli stessi bilanci di questi enti. Quanto al sistema delle alleanze più importanti, rispetto alle quali si è aperto un bel ragionamento con i sindaci degli altri capoluoghi, in questa fase starebbero in capo alla società di vendite per fare fronte comune sul mercato internazionale: da soli siamo solo dei granellini di sabbia, insieme potremmo diventare un sassolino in grado di pesare qualcosa di più”.

Questo piano, che prevede l’affidamento in house, richiede la revisione dello statuto in particolare per quanto riguarda i meccanismi di controllo: “Dovranno essere introdotti - spiega ancora il sindaco - l’approvazione dei bilanci di previsione, di verifica semestrale e di conto consuntivo in capo al consiglio comunale e alla giunta”.

Stretti, se possibile, i tempi della discussione: dopo la discussione con la maggioranza consiliare per la definizione del testo di delibera, il sindaco conta di portarla in trattazione in giunta fin dai prossimi giorni così da poterla inviare alla conferenza dei capigruppo per una rapida iscrizione all’ordine del giorno dei lavori della Sala Bernarda.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza