Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

30/09/2008

Il sindaco Achille Variati ha presentato il nuovo consiglio di amministrazione di Aim: “E’ un cda svincolato da qualsiasi indicazione di partito"

“Un consiglio di amministrazione del tutto lontano dalle logiche di spartizione partitica che la nostra città ha conosciuto, di alto profilo, con eccellenze nazionali e vicentine, sicuramente in grado non solo di affrontare il risanamento di Aim, ma anche di interagire e colloquiare con i più qualificati interlocutori nazionali e internazionali del settore”.

Con queste parole il sindaco di Vicenza, Achille Variati, ha presentato il nuovo cda di Aim, la società multiutilities del Comune la cui precedente gestione - opera del centrodestra - era finita travolta da inchieste e polemiche politiche.

Presidente del nuovo consiglio di amministrazione è il professor Roberto Fazioli, grande esperto del settore, già presidente o amministratore delegato di numerose società multiservizio, docente universitario a Ferrara. Nel cda siedono poi il professor Massimo Nicolazzi, tra i massimi esperti nazionali di energie e idrocarburi, per lungo tempo ai vertici di Agip; il dottor Uris Cantarelli, autore della fusione tra multiutilities che ha dato vita nel 2005 a Enia spa, tra Emilia e Lombardia; e i due componenti vicentini, l'avvocato Aldo Campesan, già presidente dell'ordine degli avvocati di Vicenza, e il dottor Alvise Rossi di Schio, consigliere di amministrazione di diversi istituti di credito, esperto nel campo della tutela ambientale, candidato alle ultime elezioni come indipendente con la lista civica "Vicenza Viva" che sosteneva la sfidante di Variati, l'onorevole Lia Sartori (“Nessun segnale politico – ha precisato a proposito di questa nomina il sindaco – ma l’ulteriore prova dell’assoluta libertà con la quale ho scelto i membri del cda soltanto sulla base della loro professionalità).

“Come appare evidente a tutti, e come avevo preannunciato, – ha ribadito il sindaco – si tratta di un consiglio di amministrazione autenticamente svincolato da qualsiasi logica spartitoria e da qualsiasi indicazione di partito. Un risultato, questo, ottenuto anche grazie all’assoluta autonomia che la maggioranza consiliare, con grande rispetto del mio ruolo e della delicatezza della situazione di Aim, mi ha voluto garantire. Ho lavorato molto, in questi mesi, sia per capire fino in fondo la condizione in cui versa l’azienda, sia per individuare le persone giuste e disponibili a venire ad operare in una realtà non semplice e con limiti di compenso non indifferenti, che derivano dal decreto Lanzillotta. Adesso che il lavoro è compiuto, posso dire che è stato molto complesso, ma anche che sono molto soddisfatto della squadra allestita, una squadra di caratura davvero notevole, dalla quale l’azienda, il Comune e i cittadini possono attendersi importanti risultati”.

Prima di presentare il nuovo consiglio di amministrazione, Variati ha pubblicamente ringraziato il dottor Mauro Zanguio, per 17 mesi amministratore unico della società, ricordando la diligenza, la disponibilità e l’onestà con la quale ha svolto il difficile compito di traghettare AIM verso il nuovo consiglio di amministrazione.

Quanto al nuovo presidente, Fazioli ha subito dichiarato che “lo spezzatino” in cui Aim era stata divisa non ha senso (“Le scatole societarie servono soltanto quando sono luoghi di lavoro”) e che il primo obiettivo della nuova Aim, come società pubblica, braccio operativo del Comune, è costruire un piano industriale solido. “Primo – ha dichiarato Fazioli – si rinforza l’attività azienda; poi, eventualmente, ci si guarda intorno, per cercare alleanze: la logica delle fusioni a tutti i costi non ha senso”.

Oggi stesso si è tenuta una prima riunione informale del nuovo cda, che ha incontrato la dirigenza e ha programmato i prossimi appuntamenti. Fin da domani il presidente sarà in azienda e saranno fissati incontri con tutti i lavoratori.

Note biografiche

Roberto Fazioli (presidente)
Nato l’11 agosto 1961.
Laurea in scienze politiche indirizzo economico all’università degli studi di Bologna.
Dottorato di ricerca in “Studi e comportamenti economici”, V ciclo, delle università consorziate di Bologna, Venezia e Bocconi di Milano.

Principali incarichi:

- Presidente Laboratorio Utilities & Enti Locali

- Presidente GENIA S.p.A.

- Presidente GENIA Progetti e Lavori

- Amministratore Delegato GENIA Energia

- Presidente della società patrimoniale operativa “SOELIA Multiservizi S.p.A.” di Argenta (Fe)

- Amministratore Unico della società patrimoniale GESCO srl di Loiano (Bo)

- Amministratore Unico della società patrimoniale Adopera srl di Casalecchio di Reno (Bo)

- Presidente ELETTROGAS, Padova

- Amministratore Unico della Società ADIGE Servizi, Anguillara Veneta (Pd)

Attività professionali:

Consulenza e assistenza presso numerose società patrimoniali e di servizi.

- Responsabile dello studio comparativo internazionale sul tema “La Borsa per l’Energia    Elettrica: modelli, esperienze internazionali e riflessi di politica industriale di settore” per la società ENIPOWER S.p.A., Milano.

- Responsabile (director) strategie in Ernst & Young S.p.A. – settori “Utilities”, “Energy”, “Pubbliche Amministrazioni”

-Direttore del Laboratorio Nomisma Servizi Pubblici e responsabile del Comitato Scientifico dal 1993 al 1999, sui temi:

- L’impatto dell’IRAP nella Regione Emilia Romagna.

- L’analisi finanziaria della Regione Sicilia.

- Le politiche industriali per le PMI.

- I trasferimenti pubblici verso le imprese ed i soggetti pubblici per lo sviluppo d’impresa.

- Razionalizzazione e riforma degli enti pubblici.

- Le politiche di sostegno all’innovazione industriale

- Il Marketing Territoriale

- Privatizzazione e Liberalizzazione dei Servizi Pubblici

Attività accademica e scientifica:

Professore Associato presso il Dipartimento dei Economia della Facoltà di Economia delle Istituzioni Pubbliche e Internazionali dell’Università di Ferrara dal 1991.

Docente dei corsi di “Economia delle Imprese e dei Servizi Pubblici” e di “Economia Ambientale”.

Componente di vari comitati scientifici e autore di numerose monografie e di articoli per riviste di politica economica.

Consigliere del Direttore Generale di ENEA sugli aspetti economici delle politiche ambientali ed energetiche e Responsabile delle tematiche: (1) “Fiscalità Ambientale”, (2) “Regolazione dei mercati energetici”, (3) “Privatizzazione nel settore energetico” e (4) “Sviluppo Sistemi Energetici a Rete” per la Conferenza Nazionale Energia Ambiente 1998.

Massimo Nicolazzi
Nato il 17 luglio 1954.
Laurea in giurisprudenza all’università degli studi di Torino.
Master of Laws, university of Michigan Law School.

Dal 1983 al 1994, responsabile dell’ufficio legale di Agip S.p.A., poi con qualifica di Direttore per gli affari legali.

Dal 1994 al 1997, Direttore generale, negoziati ed affari legali di Agip S.p.A.

Dal 1997 al 2000 Direttore Area geografica Europa Orientale, Russia e Asia Centrale di Eni, Divisione Agip (responsabile del settore esplorazione e produzione di idrocarburi per quell’area geografica).

Nel 2001, Project director Lasmo integration per Eni, Divisione Agip.

Dal 2002 al 2004, Vicepresidente business development di Lukoil Overseas (responsabile dello sviluppo upstream fuori della Russia del Gruppo Lukoil, con sede a Mosca).

Dal 2004 al 2005, Senior partner & Energy advisor di Finanziaria Canova S.p.A. (attività di advising e di selezione di opportunità di investimento nel comparto energetico).

Dal 2005 al 2007, Chief executive officer del Gruppo Pietro Barbaro (responsabile dello sviluppo e della gestione di un progetto per il trasporto marittimo-fluviale di idrocarburi e loro prodotti in Russia e Asia Centrale).

Dal 2007, partecipazione a nuovi progetti nel settore energia, come advisor del presidente di Kazmunaigas (società petrolifera di stato kazaka), presidente di Olt Off-Shore (società per lo sviluppo dell’impianto di rigassificazione off-shore di Livorno) e partner di Dyna Network (società operante nel ciclo del gas e partecipata dal fondo Amber).

Attualmente è amministratore delegato di Sources, società di consulenza ed advising nel settore energetico.

Già docente di Diritto e politica degli scambi internazionali alla facoltà di economia e commercio della L.U.I.S.S. di Roma e autore di pubblicazioni in materia giuridica ed energetica.

Membro del comitato scientifico della rivista LIMES.

Uris Cantarelli
Nato a Reggio Emilia il 14 ottobre 1950.
Laurea in ingegneria elettronica all’università degli studi di Bologna.

Dal 1991 al 2005, direttore generale di AGAC S.p.A. di Reggio Emilia.

Dal 2001 al 2005, anche amministratore delegato di AGAC S.p.A. di Reggio Emilia.

L’1 marzo 2005 AGAC S.p.A. ha costituito, mediante fusione con AMPS S.p.A di Parma e Tesa S.p.A. di Piacenza, la società Enia S.p.A.

Da quella data al 30.4.2006, direttore generale e amministratore delegato di Enia S.p.A.

Dal 29.7.2005 al 29.11.2006, amministratore di Transalpina di Energia s.r.l.

Dal 28.10.2005 al 29.11.2006, amministratore di Edison S.p.A.

Aldo Campesan
Nato a Thiene il 20 dicembre 1959.
Laurea in giurisprudenza all’università degli studi di Padova.

Dal 1986 svolge attività legale come avvocato associato dello Studio legale Mondin, Campesan, Urbani e Messeri, con sedi a Vicenza, Schio e Valdagno.

Dal 2000 al 2005, presidente dell’Ordine degli avvocati di Vicenza.

Dal 2006, presidente dell’associazione EN.ALTERNA “Associazione per le energie alternative”.

Componente del comitato scientifico della rivista “Energheia”.

Autore di pubblicazioni, articoli e relatore di convegni, in particolare sui temi del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili.

Alvise Rossi di Schio
Nato a Vicenza il 9 febbraio 1948.
Laurea in economia e commercio all’Università Bocconi di Milano.
Master in Business Administration Insead a Fontainebleau.

Dal 1978 al 2006, direttore amministrativo della Fondazione F. Morassutti & C. S.p.A. di Padova (oggi TTS Italia S.p.A. di Vicenza), dal 1986 amministratore delegato, dal 2005 presidente.

Consigliere di amministrazione di Banca popolare di Trieste S.p.A., Banca popolare udinese S.p.A., Società bancaria del nord est S.p.A., Banca Nuova S.p.A..

Dal 2002 membro dell’Europeese Stichtung, fondazione europea per la preservazione della foresta africana - Parigi

Dal 2005 consigliere d’amministrazione dell’ ATIBT (Association Technique Internationale des Bois Tropicaux – Parigi).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza