Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

16/10/2007

Il cartellone del teatro Astra

Apre il 10 novembre la stagione teatrale 2007-2008 promossa dall'Amministrazione Comunale e costruita da
La Piccionaia-I Carrara in collaborazione con Arteven
VICENZA: PAOLINI, CORONA, CURINO E
STELLA PER L'INNOVAZIONE NELLA
STAGIONE ALL'ASTRA
Nove titoli per un abbonamento che comprende anche la terza edizione di "Fragole Fuori Stagione", percorso nel contemporaneo
che spazia tra teatro-danza, cinematografia, clownerie d'autore

Ha ancora una volta un'anima multiforme e curiosa la STAGIONE TEATRALE 2007/2008 del Teatro Astra di Vicenza, promossa dall'Amministrazione Comunale-Assessorato alle attività culturali e costruita da La Piccionaia-I Carrara Teatro Stabile di Innovazione in collaborazione con il circuito regionale Arteven. Il cartellone si rinnova e propone un tessuto di variazioni dedicate a palati teatrali di tutti i tipi.
Due sono i percorsi che si intersecano da novembre 2007 ad aprile 2008 per un programma complessivo di nove spettacoli che vedranno sul palcoscenico alcuni fra i più apprezzati artisti della scena teatrale italiana.
Innanzitutto nasce un nuovo progetto: Appunti di viaggio, con l'obiettivo di far incontrare il pubblico e artisti come Laura Curino, Gianantonio Stella, Gualtiero Bertelli, che da tempo intersecano i loro progetti con quelli della direzione artistica di Titino Carrara. I "viaggi" si svolgono nello spazio e nel tempo, accomunati da quella irrequietezza che anima gli esploratori del pensiero, portati dalla loro ricerca nelle pieghe di ciò che rifugge il banale. Un percorso teatrale che si muove tra gli "essenziali" della vita di ognuno, coi richiami alla natura - "Aqua" di Bertelli-Stella, "Alberi" da Mauro Corona con Armando Carrara -, alla dimensione del tempo che muta - "Strada Carrara" con Titino Carrara, "La magnifica intrapresa" con Laura Curino e i Calicanto - e all'età delle scelte e delle esperienze - "Il sergente" di Paolini.
"Appunti di viaggio nasce "con una particolare dedica a mio padre, Tommaso Carrara", spiega Titino Carrara direttore artistico de La Piccionaia. "Sono nato in viaggio, fra una piazza e l'altra. Sono nato in una famiglia che del viaggio e dell'illusione ha fatto una storia. E la storia non si ferma, continua attraverso i sogni di tutti coloro che l'hanno vissuta e che ancora avranno desiderio di sognare. E, dopo tutto questo viaggiare, come posso esimermi dal rivolgere un pensiero a mio padre che, come ultimo spettacolo, prima di lasciarci, ha assistito a "Strada Carrara"...: la storia del viaggio della sua vita? Il Teatro è viaggiare, è vivere: il sogno e l'illusione sono un valido aiuto quando il giorno cerca di uccidere la fantasia".
Il secondo percorso è Fragole Fuori Stagione, che compie tre anni. Tre anni di esplorazioni delle voci più interessanti e innovative della scena teatrale italiana, che quest'anno si arricchisce di quattro nuovi incontri con: Davide Enia, la prima regionale di "Roma ore 11" (premio Olimpici per il Teatro 2007 come Miglior Spettacolo di Innovazione), il balletto civile di Michela Lucenti e Maurizio Camilli, e, evento internazionale, con Dimitri, il grande clown svizzero che con lo storico spettacolo "Porteur" reinventa sulle scene di tutta Europa la tradizione di Etienne Decroux e Marcel Marceau.
Fragole Fuori Stagione è "una piccola creatura, di cui la tribù degli artisti ha alimentato cuore e sangue - evidenzia la curatrice Nina Zanotelli -. Si è via via arricchita di nomi quali Emma Dante, Ascanio Celestini, Giuliana Musso, Teatro de Los Andes. Artisti che cercano le parole e le lingue per raccontare realtà contemporanee che spesso ci appaiono mute e immobili di fronte alle nostre domande. Tanti spettatori sono arrivati in un luogo forse senza sapere bene perché, ne sono diventati gli abitanti. Pensavamo che fosse per caso ma poi abbiamo capito che era logico che così succedesse. È una piccola scommessa da proteggere".
La stagione del Teatro Astra sviluppa inoltre al suo interno il progetto "Paesaggi Teatrali", sostenuto dal Ministero dei Beni Culturali.


IL PROGRAMMA
APPUNTI DI VIAGGIO. Gian Antonio Stella e Gualtiero Bertelli inaugurano la stagione, sabato 10 novembre, con la prima nazionale di una nuova produzione de La Piccionaia-I Carrara e Gershwin spettacoli: "Aqua". È un viaggio tra le forme, la storia e l'arte costruite intorno alla fonte della vita, tra canti arabi, congolesi o chioggiotti. E ancora storie di acqua benedetta, acqua che porta alla guerra, acqua che crea nuove esistenze...
Seguirà un atto unico per un "one man show" di Titino Carrara, "Strada Carrara - Tavole di un teatro viaggiante", in scena il 25 novembre per la regia di Laura Curino. La memoria al servizio del recupero di un tempo che non c'è più, quello delle compagnie di teatro itinerante, di cui I Carrara sono stati uno degli ultimi, gloriosi esempi; un toccante atto d'amore.Sarà poi la volta de "Il Sergente" di Marco Paolini, ispirato a "Il sergente nella neve" di Mario Rigoni Stern, in scena venerdì 7 dicembre; spettacolo all' interno del progetto Futuro/Passato, riflessioni sulle società contemporanee - dialoghi sulla tradizione: L'opera di Mario Rigoni Stern - a cura della Casa di Cultura Popolare - Società Generale di Mutuo Soccorso di Vicenza.
Lo stile di Paolini incontra ancora una volta la Storia, per riportarci alla mente - grazie anche ad un linguaggio informale e, nonostante tutto, lieve - una pagina nera dell'evento più tragico della nostra epoca: il ritorno a casa di un'armata che la Storia ha distrutto, quella dei giovani mandati a morire in Russia dal Fascismo.
Sabato 1 marzo sarà la volta di Armando Carrara, che da testi di Mauro Corona ha tratto, insieme a Roberto Cuppone, "Alberi": passeggiata tra gli alberi come simboli letterari e dell'immaginario. Rivivono la foresta in cammino di Macbeth, il bosco dei suicidi dell'Inferno dantesco, ma anche gli alberi che in un modo o nell'altro condizionano l'infanzia di ognuno di noi. Prima dello spettacolo, Mauro Corona incontrerà il pubblico.
Il 19 marzo Titino Carrara diventerà regista dello spettacolo "La magnifica intrapresa", con Laura Curino e Calicanto, una delle più incredibili vicende della storia militare della Serenissima Repubblica di Venezia: il trasporto, da parte dell'armata veneziana, di un'intera flotta navale attraverso valichi di montagna per salvare Brescia e il Garda dall'assedio dei Milanesi.

FRAGOLE FUORI STAGIONE. Per l'apertura della rassegna di teatro contemporaneo dell'Astra è stato scelto un cerimoniere di altissimo livello: Davide Enia, trentenne drammaturgo e attore siciliano, che con il suo "Capitoli dell'infanzia" porta in scena le immagini di una Sicilia mitica, annegata nel sole, attraverso le storie di tre fratelli. Tre fratelli, tre le parti del progetto di Enia, che a partire da questo spettacolo - e con le sue due successive produzioni - si soffermerà su tre momenti cruciali nella vita e nella crescita di ogni uomo. Lo spettacolo è programmato per il 26 gennaio 2008.
L'impegno civile sarà poi la cifra stilistica dello spettacolo in scena il 9 febbraio 2008, "Roma ore 11", un'inchiesta che il giovane Elio Petri realizzò su commissione del regista Giuseppe De Santis. Indagando sul crollo di parte di un edificio in cui erano riunite giovani aspiranti segretarie in attesa di colloquio, Petri mette in luce una piaga che ancora oggi infetta la società italiana: la disoccupazione e il bisogno di arrangiarsi perché il lavoro non esiste. Dirige Mitipretese.
Per sabato 15 marzo 2008 è previsto "Battesimi dell'acqua e del coraggio", con Michela Lucenti e Maurizio Camilli, prodotto dal Css e da Balletto Civile. È una rivisitazione de "Le Troiane" di Euripide, una danza macabra ma allo stesso tempo liberatoria, che conduce alla rinascita di un popolo e della sua terra, feriti dal conflitto.
Sabato 5 aprile 2008, infine, sarà una data che probabilmente verrà ricordata a lungo: uno dei più grandi artisti del mondo, Dimitri Clown, erede unico e fedele della tradizione di mimo del recentemente scomparso Marcel Marceau, ci porterà nel mondo magico e surreale di "Porteur", il Facchino, che in una fantastica stazione ferroviaria si muoverà tra gli oggetti e le valigie lasciati dai passeggeri di un treno ormai lontano. Uno dei più grandi mimi viventi, per un evento internazionale che garantirà ulteriore pregio ad una stagione già ricca di stimoli.

ABBONAMENTI
La campagna abbonamenti apre il 17 ottobre 2007 e chiude il 3 novembre nei seguenti giorni e orari: lunedì-venerdì ore 9.30-13.30 e 15-18, salvo il mercoledì ore 9.30-13.30 e 15-19, sabato ore 10-13. Tre le formule di abbonamento: un abbonamento complessivo a nove spettacoli con 90 € (incluso "Il sergente" di Paolini); il percorso "Appunti di viaggio" a 45 € (4 spettacoli escluso "Il sergente"); 40 € per il percorso di teatro contemporaneo "Fragole fuori Stagione" (4 spettacoli).
Anche quest'anno ci sarà la possibilità di acquistare il carnet a 5 titoli a scelta fra tutti gli spettacoli in programma (escluso "Il sergente"), che dà diritto ad una riduzione del 15% sul prezzo complessivo dei biglietti. I carnet sono acquistabili dal 3 novembre 2007.

Informazioni per il pubblico:
tel. 0444 323725 - astra@piccionaia.org
www.teatroastra.it (sul sito si possono anche prenotare i biglietti)

_________________________
Informazioni per la stampa:
ufficio stampa > CHARTA BUREAU
Antonio Tosi 349.5384153 - ufficiostampa@charta-bureau.com
Marianna Sassano 347.8744361 - studio@charta-bureau.com

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza