Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

09/03/2007

Attilio Polato, un maestro della pittura veneta in mostra a Vicenza

ATTILIO POLATO: UN MAESTRO DELLA PITTURA VENETA DEL NOVECENTO.
UNA MOSTRA RETROSPETTIVA LO CELEBRA
AL PALAZZO CHIERICATI E ALLA CHIESA DEI SS. AMBROGIO E BELLINO DI VICENZA
(10 marzo-1 maggio 2007)

Venerdì 9 marzo 2007, alle 18, a Palazzo Chiericati, sede del Museo Civico di Vicenza, sarà inaugurata la mostra retrospettiva del pittore Attilio Polato (Megliadino S. Fidenzio 1896 - Vicenza 1978 ). Allestita in due sedi - Palazzo Chiericati (grandi figure a olio ) e Chiesa dei SS. Ambrogio e Bellino (piccole figure e paesaggi a olio e pastello) -, fa parte del progetto di rivisitazione dei maggiori artisti vicentini del '900 promosso dall'Amministrazione comunale alla luce di nuove conoscenze e contributi critici.

Curata da Giuliano Menato, la mostra resterà aperta, a ingresso libero, sino all'1 maggio (chiuso il lunedì) con i seguenti orari: Palazzo Chiericati dalle 9 alle 17; Chiesa dei SS. Ambrogio e Bellino 10.30-13 e 15-19. In questa seconda sede espositiva, sabato 10 marzo, alle 10.30, Menato e Resy Amaglio terranno una conversazione sull'autore e illustreranno il corpus delle opere presentate a S. Ambrogio.
Informazioni agli uffici dell'Assessorato alle Attività Culturali (tel. 0444.222114; e-mail uffmostre@comune.vicenza.it: www.comune.vicenza.it).

Le riflessioni maturate sulla pittura di Polato confermano che gli esiti del periodo veneziano sono indiscutibilmente cospicui, come testimoniano le opere esposte nella maggiori rassegne nazionali come La famiglia o come le vedute di Venezia degli anni '30; ma probabilmente l'opera sua più originale è quella della lunga stagione vicentina, quando riprese a dipingere con giovanile entusiasmo, mostrando una sensibilità affinata dall'ascolto interiore e un interesse per nuove espressioni artistiche. I mezzi pittorici divengono per lui una realtà a sé stante, tutta da scoprire. Il dato naturalistico, rappresentato con assoluta libertà, senza schemi intellettuali, è investito da una tensione profonda. L'abbandono delle leggi prospettiche e la scomposizione dell'immagine rispondono all'esigenza di attuare la compenetrazione spirituale della materia. La tecnica a pastello è ampiamente impiegata da Polato nelle composizioni su carta degli anni Sessanta e Settanta. "Questa pratica - scrisse Giuseppe Mesirca, 1981 - declassata, in coda all'olio e all'acquarello, in mano di Polato raggiunge risultati sorprendenti, di una tensione e drammaticità non indegne degli espressionisti nordici più qualificati, di un Munch, per esempio, o di un Heckel". In effetti è la linea espressionista ad avvincerlo, non importa se di matrice nordica o "fauve".

Scheda della mostra
inaugurazione: venerdì 9 marzo 2007
apertura: dal 10 marzo all'1 maggio 2007
sedi: a) Palazzo Chiericati e b) Chiesa dei SS. Ambrogio e Bellino
indirizzo: a) Piazza Matteotti; b) Contrà S. Ambrogio
orari: a) 9-17; b) 10.30-13 e 15-19
chiuso il lunedì in entrambe le sedi
ingresso libero
curatore: Giuliano Menato
catalogo in mostra

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza