Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

26/01/2007

Restauro della Basilica Palladiana: si allestisce il grande cantiere

Con la settimana prossima entra nel vivo l'allestimento del grande cantiere-evento della Basilica Palladiana.
Subito dopo la consegna dei lavori, avvenuta il 18 dicembre 2006 all'associazione di imprese che ha vinto la gara d'appalto, sono stati eseguiti gli accertamenti propedeutici all'allestimento del cantiere e alla realizzazione dei lavori.
Questa mattina, al Forum Center di Piazza Biade, che si avvia a diventare il luogo delle comunicazioni legate al grande cantiere-evento, sono state illustrate le prime importanti fasi di allestimento.
Erano presenti l'assessore ai lavori pubblici Carla Ancora, l'assessore alla mobilità Claudio Cicero, il direttore dell'unità di progetto Ufficio Grandi Opere Lorella Bressanello e il direttore dei lavori del cantiere della Basilica Palladiana Eugenio Vassallo.

Il grande cantiere che per circa due anni accompagnerà la realizzazione degli interventi decisi per il completo restauro del monumento comincerà quindi a prendere forma da lunedì 29 gennaio.
Si tratta di una fase importante e delicata, perché la buona realizzazione dell'allestimento di un cantiere pone le basi indispensabili per una corretta e ordinata realizzazione di tutti lavori.

Piazza delle Erbe
Il cantiere occuperà buona parte di piazza delle Erbe e tutta la corte dei Bissari. In piazza delle Erbe verrà anche sistemata la gru.
Questa fase di allestimento del cantiere richiederà un impegno di maestranze per circa tre settimane e comporterà un significativo movimento di mezzi per l'approvvigionamento di tutti i materiali e i macchinari necessari.
I veicoli di cantiere più grandi raggiungeranno piazza delle Erbe dal tratto finale di corso Palladio e contrà Santa Barbara, quelli più piccoli saliranno normalmente da contrà Gazzolle.
Per rendere possibile l'allestimento, fin da lunedì 29 gennaio sarà necessario sospendere il transito e il servizio di parcheggio in tutta l'area di piazza delle Erbe. Dal divieto di circolazione saranno esentati i residenti, i mezzi per le emergenze (Ambulanze, Vigili del fuoco, Polizia, ecc) e i mezzi per il carico-scarico delle merci delle attività commerciali.
Al termine dell'allestimento, presumibilmente verso metà febbraio, il parcheggio sarà parzialmente riaperto.
Da quella data la circolazione stradale della zona subirà alcune modifiche, con l'inversione dei senso di marcia su alcune strade vicine al cantiere, per consentire alla maggior parte dei mezzi d'opera di riuscire ad entrare e uscire in maniera più agevole, in particolare per quanto riguarda la svolta su contrà Gazzolle, manovra non praticabile da contrà Piancoli.
Ciò permetterà di limitare al massimo il transito dei mezzi lungo il tratto finale di corso Palladio e contrà Santa Barbara, riservando quel percorso soltanto ai mezzi d'opera con carichi eccezionali.
Questa la nuova direzione della circolazione stradale in vigore da metà febbraio (la data esatta sarà comunicata quanto prima): contrà Ponte San Paolo (dalla quale si accederà al parcheggio di piazza Erbe attraverso contrà Pescheria), contrà San Paolo (con accesso a contrà Gazzolle per i mezzi autorizzati), contrà Piancoli, contrà Cabianca (con accesso a contrà San Faustino e contrà Oratorio dei Servi per i mezzi autorizzati; anch'esse subiranno l'inversione del senso di marcia), piazza Matteotti.
Il tratto di contrà Cabianca compreso fra contrà Barche e piazza Matteotti, sarà reso a doppio senso di marcia, modificando leggermente gli attuali stalli di sosta esistenti.
Fin dai prossimi giorni, inoltre, i servizi igienici pubblici di Piazza delle Erbe saranno spostati in un prefabbricato custodito, allestito provvisoriamente sotto gli arconi che collegano la corte dei Bissari con piazza dei Signori.

Piazza dei Signori
Piazza dei Signori, invece, non sarà interessata da installazioni fisse di cantiere. Verrà piuttosto utilizzata soltanto in alcune giornate, con esclusione di quelle di mercato (martedì e giovedì) e dei fine settimana (sabato e domenica), e comunque prevedibili con anticipo. L'utilizzo della piazza sarà necessario soltanto in occasione dell'arrivo dei mezzi d'opera con carichi eccezionali, che dovranno essere trasportati da autoarticolati.


 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza