Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

19/12/2006

Firmato l'accordo di programma tra Comune di Vicenza, Ulss 6 e Ipab Proti Salvi Trento

La situazione demografica del Comune di Vicenza è caratterizzata da una forte presenza di anziani che rappresentano, alla fine dello scorso anno, il 44% del totale della popolazione anziana oltre i 65 anni, nel contesto territoriale dell'ULSS 6. Questa situazione è destinata ad aggravarsi nel prossimo decennio come indicano le previsioni demografiche dell'ISTAT, che per il territorio dell'ULSS 6 indicano uno scenario caratterizzato da un consistente aumento stimato in 54.290 anziani nel 2006 e di 64.955 nel 2016 con un aumento del 19,64%.

Questi dati sono stati il 'motore' di un accordo di programma tra il Comune di Vicenza, l'Azienda ULSS 6 di Vicenza e l'IPAB Proti Salvi Trento per la definizione della recettività delle strutture gestite dall'IPAB per tipologia di utenza e nell'ambito dei posti letto autorizzati.
L'accordo risponde al fine preminente di realizzare una soddisfacente risposta alle esigenze di residenziale della popolazione anziana del Comune di Vicenza e una più razionale distribuzione organizzativa e funzionale delle risorse impiegate.
Questo, anche al fine di definire il futuro assetto della struttura Parco Città la cui gestione, su espressa sollecitazione del Comune e dell'Azienda ULSS 6 di Vicenza, è stata condotta da IPAB fin dal gennaio 2003, stante la necessità di garantire assistenza alle persone nella stessa ospitate ed in considerazione del primario interesse della comunità vicentina alla definizione in quella struttura di adeguati livelli quali- quantitativi di assistenza.
L'accordo si rende inoltre necessario per definire reciproci impegni prima dell'inizio dei lavori che l'IPAB ha in programma di realizzare nei prossimi mesi per l'attivazione di nuovi servizi oggetto di precedenti accordi (Polo Alzheimer a Monte Crocetta, Hospice presso la Residenza "O.Trento") o per l'adeguamento strutturale di alcune unità di offerta (corpo centrale presso la Residenza "G.Salvi").
Tra le finalità principali dell'accordo di programma:
- Rendere congruente la programmazione con l'evoluzione demografica di medio e lungo periodo che richiederà, ai diversi soggetti istituzionali preposti, di fronteggiare una domanda di intervento socio sanitario per anziani non autosufficienti in rapida evoluzione e concentrata particolarmente nel territorio del Comune di Vicenza.
- Garantire, in considerazione della complessiva vetustà delle strutture esistenti in città e della conseguente necessità di adeguamento dell'intero patrimonio immobiliare, il raggiungimento a medio termine di standards strutturali soddisfacenti delle attuali strutture gestite da IPAB, una volta completato il piano degli interventi in programma, e adeguati alle diverse tipologie di servizio autorizzate, in attesa della definizione della progettazione, del finanziamento e realizzazione di un nuovo centro di servizio per anziani come previsto dalla DGR 464/06.
Questi gli interventi prioritari a breve termine:
a) Riconversione della Residenza "Parco Città", con capacità recettiva massima di 140 p.l., quale struttura gestita dall'IPAB deputata ad accogliere ospiti autosufficienti, stante le caratteristiche strutturali della stessa e per consentire un adeguato piano finanziario degli interventi resi necessari dalle prescrizioni normative vigenti. Questa azione andrà inserita tra quelle previste nell'ambito del piano per la domiciliarità;
b) Utilizzo temporaneo di parte della Residenza "S.Pietro", con capacità ricettiva massima di 90 p.l. per autosufficienti, quale struttura dell'IPAB deputata ad accogliere temporaneamente ospiti non autosufficienti, per necessità istituzionali di adeguamenti strutturali e organizzativi ;
c) Hospice extraospedaliero: destinazione degli spazi attualmente occupati da un reparto per non autosufficienti nella Residenza "O.Trento" all'attivazione di un nuovo modulo hospice extraospedaliero, il cui progetto definitivo è stato approvato e per il quale è in corso la predisposizione della progettazione esecutiva, per poi giungere all'espletamento delle procedure di affidamento per la realizzazione dell'opera;
d) Sistemazione del Corpo Centrale dell'ala Nord Est della Residenza Salvi, il cui aggiornamento progettuale ha ottenuto il parere favorevole del Dirigente della Direzione Edilizia a Finalità Collettiva in data 10 agosto 2006 e per il quale è in corso la predisposizione della progettazione esecutiva per poi giungere all'espletamento delle procedure di affidamento per la realizzazione dell'opera;
e) Realizzazione del Nuovo Polo Alzheimer a Monte Crocetta, per il quale devono essere espletate le procedure di affidamento per la realizzazione II stralcio dell'opera;
f) Ricollocazione e/o progettazione di interventi di adeguamento strutturale del servizio dell'Ulss denominato Albero d'Argento.
Queste azioni saranno attuate secondo modalità di intervento rispettose delle condizioni psicofisiche degli ospiti residenti.
L'accordo contiene aree di azioni e di interventi a medio e lungo termine tra cui l'impegno di individuare le modifiche urbanistiche necessarie, gli spazi, gli strumenti e le risorse finanziarie necessarie per la realizzazione di un nuovo centro di servizi alla persona.
L'area potrebbe essere individuata, previa preventiva analisi di fattibilità relativa alla utilizzabilità e alla compatibilità di realizzazione dell'ipotizzato nuovo centro dei servizi sociali e socio sanitari, considerando tra le aree valutabili anche quella di Laghetto di proprietà dell'Ulss.
L'obiettivo è quello di conseguire un migliore assetto, non solo strutturale ma anche organizzativo e funzionale dei servizi con economie di spesa e conseguente ricaduta positiva sulla determinazione dei costi dei servizi, a garanzia di condizioni di migliore sostenibilità finanziaria sia da parte delle famiglie che degli enti locali.
Importante anche il riconoscimento in modo adeguato dei due nuclei di RSA che erogano prestazioni riabilitative e l'ampliamento dei posti letto del nucleo Alzheimer e il coinvolgimento delle Organizzazioni Sindacali in appositi tavoli di confronto sulle azioni a breve termine.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza