Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

14/05/2014

Mille Miglia 2014, il 15 maggio alle 20.30 è previsto il passaggio in piazza dei Signori

Mancano poche ore al passaggio della Mille Miglia in centro storico. La nota gara di auto storiche raggiungerà Vicenza giovedì 15 maggio, giorno in cui il passaggio della prima auto è previsto verso le 20.30 in piazza dei Signori.
Per il terzo anno consecutivo la tappa vicentina, che attraverserà il cuore del centro storico, sarà gestita da Scuderia Palladio con il supporto del Comune di Vicenza, a conferma del grande successo di pubblico avuto nelle edizioni 2012 e 2013.
Le auto storiche saranno precedute da Ferrari, Mercedes e McLaren moderne.
Il tratto vicentino della Mille Miglia inizierà nel territorio del Comune di Gambellara. Dopo essere transitate per Montebello, le vetture sosteranno in piazza Duomo a Montecchio Maggiore per il controllo orario. Quindi partiranno verso Vicenza: la carovana entrerà nel centro storico da porta Castello e, percorrendo corso Palladio, giungerà nel salotto della città, piazza dei Signori. Successivamente, la corsa arriverà a ponte degli Angeli: giunti in piazza Matteotti gli equipaggi svolteranno a sinistra, ripercorrendo il tracciato tradizionale della Mille Miglia storica (1927-1957). La corsa continuerà in contrà Vittorio Veneto, fino davanti al Patronato Leone XXIII, dove le quattro ruote svolteranno a destra per raggiungere porta San Bortolo. Da lì il serpentone imboccherà strada Marosticana e raggiungerà Marostica e Bassano, prima di entrare a Castelfranco Veneto.
E proprio Marostica e Bassano rappresentano le due maggiori novità dell'edizione 2014 della Mille Miglia “vicentina”. Dopo 23 anni la gara tornerà a Bassano del Grappa, la città più a nord della manifestazione. Prima di entrare nella città del Ponte degli Alpini i concorrenti transiteranno per Marostica e affronteranno la prova cronometrata della Rosina. Saranno circa cinque i chilometri con salita, falsopiano e discesa che gli equipaggi dovranno superare a medie differenziate.
Il passaggio in terra vicentina è dedicato a Vittorio Emanuele Marzotto, secondo assoluto alle spalle di Alberto Ascari nel 1954, e vincitore del G.P. di Montecarlo nel 1952.

La gara
Dopo un febbrile lavoro di selezione, sta per prendere il via la 32^ rievocazione storica della Mille Miglia.
435 le vetture di elevatissimo valore qualitativo, storico e sportivo selezionate, che dal 15 al 18 maggio disputeranno la gara attraverso l’itinerario da Brescia a Roma e ritorno, lungo 1600 chilometri attraversando alcune regioni italiane. Una cavalcata mozzafiato tra borghi storici e riserve naturali, seguendo un percorso che presenta alcune varianti rispetto alle edizioni precedenti, ma sempre nel rispetto dei tracciati delle ventiquattro edizioni disputate dal 1927 al 1957.
La Mille Miglia 2014, allo scopo di coinvolgere la maggior porzione possibile della regione veneta, unirà i tracciati del dopoguerra ai primissimi percorsi: dopo la partenza - che come sempre avverrà da viale Venezia delle Mille Miglia a Brescia - il tracciato resterà invariato fino a Vicenza, dove le vetture punteranno verso nord, in direzione Marostica e Bassano del Grappa. La prima tappa, transitando da Castelfranco e Camposampiero, si concluderà a Padova, con tutti i componenti della carovana ospitati per il pernottamento a Thermae Abano Montegrotto, da dove il venerdì mattina partirà la seconda frazione della gara.

I favoriti
La Mille Miglia è una prova di regolarità. La media imposta non supera i 50 chilometri orari. La classifica è determinata dalla prove cronometrate, un'ottantina complessivamente, disseminate lungo tutto il percorso di 1600 chilometri.
I favoriti alla vittoria sono gli specialisti del cronometro. Il bolognese Giuliano Canè, più volte sul gradino più alto del podio, sarà al volante di una Bugatti T37 del 1927. A dettargli il tempo sarà il tedesco Klaus Peter Reichle.
Su una vettura identica correrà il vincitore dello scorso anno, l'argentino Tonconogy.
Lancia Lambda tipo 221 Spider Casaro del 1928 per il mantovano Giordano Mozzi, primo nel 2011 e secondo dodici mesi fa, in coppia con la moglie Stefania Biacca.
I punti raccolti sulle prove speciali saranno moltiplicati per un coefficiente che gli organizzatori assegnano alle vetture in base alla loro storicità. Coefficiente uguale, pari a 1.7 per Canè, Mozzi e Tonconogy.
Il coefficiente più alto, 1.8, spetta ad un vicentino, Massimo Amenduni Gresele, in coppia con Fabrizio Vicari su Alfa Romeo 6C 1500 MMS del 1928.

Le grandi firme al volante
Annunciata la presenza al volante di alcuni di questi bolidi ex piloti della formula uno quali Hakkinen e Coulthard. In gara anche l'italiano Teo Fabisu Austin Healey.
Data per certa la presenza dei musicisti del gruppo rock Ac Dc, appassionatissimi di auto d'epoca.
Non mancheranno rappresentanti del mondo del cinema, dello sport e della canzone.
L'elenco completo dei partecipanti sarà reso noto alla vigilia della gara.

Le case automobilistiche in pole position
Sono 61le case costruttrici che prenderanno posto alla Mille Miglia 2014, molte delle quali entrate a pieno diritto nella storia dell'automobilismo.
Il marchio più rappresentanto è quello della Stella a tre punte, vale a dire la Mercedes, con 45 modelli, tra i quali le prestigiose 300 SL ufficiali che la Casa di Stoccarda ogni anno a maggio fa uscire dal grande museo, visitato da milioni di appassionati, per riportarle sulle strade dove colsero prestigiose affermazioni. Il record della Mille Miglia appartiene alla Mercedes SLR di Stirling Moss. L'inglese, in coppia con il giornalista Jenkinson, s'impose nel 1955 alla fantastica media di 157,650 chilometri orari, rimasta imbattuta. Alle sue spalle chiuse la gara l'asso argentino Manuel Fangio, che nonostante numerosi assalti non riuscì mai a vincere la Mille Miglia.
L'Alfa Romeo, dominatrice della Mille Miglia anteguerra, schiera 41 esemplari, tra i quali le mitiche 6C 1750 Gs degli anni Trenta con le quali corsero piloti del calibro di Tazio Nuvolari, primo nel 1930, Achille Varzi secondo a 11 minuti e Campari, terzo.
Varzi si rifece nel 1934 quando, con una A.R. 8C 2600Monza Spider Brianza s'aggiudicò la gara davanti proprio al mantovano, secondo a otto minuti pure lui su Alfa Romeo 8C 2300.
Pintacuda vinse la MM del 1937 con una 8C 2900 A.
La Fiat è rappresentata da 39 auto, tra le quali la 508 CS Coppa d'Oro Balilla Sport, la curiosa 1100 Gobbone e l'originale 1100/103 TV trafsormabile del bassanese Enzo Scapin.
Trenta le Jaguar, tra C-Type e XK 120 uscite dall'Inghilterra negli anni Ciqnuanta.
La Porsche schiera 24 vetture, la maggior parte delle quali modello 356 1500 speedster. Ventitre, invece, le Lanciatra le quali una Lambda del 1928 affidata al mantovano Giordano Mozzi.
Ventidue le Bugatti, una anche per lo specialista Giuliano Canè. La Ferrari è rappresentata da 20 modelli, molti dei quali creati apposta per la Mille Miglia, che s'imposero grazie alle gesta di Giannino Marzotto, Eugenio Castellotti, Alberto Ascari, Piero Taruffi, Giovanni Bracco, Gigi Villoresi e Clemente Biondetti.
18 le Aston Martin e 9 le imponenti Bentley.
Bellissime le 14 Maserati iscritte e "cattive" le 13 Bmw, alcune delle quali di prorpietà del museo della casa bavarese.
Non mancheranno Cisitalia, Osca, Siata, Mg, Stanguellini, Ermini e Om.
Le Om, come da tradizione, apriranno i passaggi. Pochissimi gli esemplari ancora in grado di marciare. Al volante di una OM 665 Sport, uscita dalle Officine Meccaniche di Brescia, nel 1927 Minoia-Morandi s'aggiudicarono la prima edizione della Mille Miglia.
Per informazioni sugli eventi pre e post gara, e su tutte le novità inerenti la manifestazione segui Scuderia Palladio su Facebook, Twitter e sul sito www.scuderiapalladio.com.

Il percorso della Mille Miglia: nessuna modifica alla viabilità per i cittadini
La “Mille Miglia”, gara automobilistica di auto storiche, raggiungerà Vicenza giovedì 15 maggio. A partire dalle 19 circa le strade potrebbero essere interessate dal passaggio dei mezzi coinvolti nella manifestazione.
Le auto della “Mille Miglia”, provenienti da Verona, entreranno da Ponte Alto e percorreranno viale San Lazzaro, viale Verona, corso San Felice e Fortunato per svoltare poi su viale Milano e proseguire sul piazzale della Stazione, viale Roma e raggiungere piazzale De Gasperi. La gara automobilistica entrerà quindi in centro storico da porta Castello, per poi percorrere piazza Castello, corso Palladio, contrà Cavour, piazza dei Signori, piazza Biade, contrà Santa Barbara, ancora corso Palladio, piazza Matteotti, Levà degli Angeli, ponte degli Angeli e piazza XX Settembre. Dalla rotatoria di piazza XX Settembre le auto invertiranno la marcia e attraverseranno nuovamente ponte degli Angeli, per proseguire poi su contra' Vittorio Veneto, ponte Pusterla, contra' San Marco, contra' San Francesco fino a porta San Bortolo. Il percorso esce quindi dal centro storico per proseguire su via Medici, viale Grappa e strada Marosticana, con direzione Bassano del Grappa.
Le manifestazione automobilistica si svolge interamente su strade aperte al traffico, senza alcuna variazione della viabilità. Ci potrebbero essere possibili rallentamenti alla rotatoria tra viale Mazzini, viale Milano e corso SS. Felice e Fortunato, dove sono state previste alcune limitate deviazioni al fine di evitare la rotatoria durante il passaggio delle auto storiche. Possibili rallentamenti anche nella zona di Ponte degli Angeli e piazza XX Settembre.
La conclusione della manifestazione è prevista attorno alle ore 2.00.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza