Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

13/05/2014

Vicenza Jazz, concerti del 15 maggio

Ravi Coltrane (di Deborah Feingold)

New Conversations – Vicenza Jazz a tutto sax: la sera di giovedì 15 maggio della diciannovesima edizione del festival vicentino ospiterà al Teatro Comunale (con inizio alle ore 21) due gruppi guidati da nomi di spicco dello strumento ad ancia. In apertura si esibirà il quartetto del tenorista Ravi Coltrane: un cognome che, associato al sax, evoca divini ricordi. Ravi è infatti figlio di John Coltrane, il più influente tenorista del jazz moderno. A fornire la ritmica ci saranno David Virelles (pianoforte), Dezron Douglas (contrabbasso) e Johnathan Blake (batteria).

Per il secondo set, sul palco del Comunale salirà il quintetto di un gigante del sax alto: Kenny Garrett, fautore di una musica torrenziale, dinamicamente incontenibile, protesa verso l’apoteosi ritmica. A sostenere le sue volate solistiche ci sarà una band affiatata e ormai ben rodata: Vernell Brown (pianoforte), Corcoran Holt (contrabbasso), Rudy Bird (percussioni) e McClenty Hunter (batteria).

Dimensione cameristica invece per il concerto al Bar Borsa (ore 22, ingresso gratuito), dove si esibirà il duo composto dalla cantante Tiziana Ghiglioni e dal pianista Carlo Morena. Spaziando tra le musiche di Monk, Mingus, Waldron, Sun Ra, il loro concerto sarà perfettamente accordato al tema guida di Vicenza Jazz 2014: “Visual & Visionary Jazz”.

Il festival New Conversations – Vicenza Jazz 2014 è organizzato dal Comune di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, in coproduzione con Aim Vicenza e Trivellato Mercedes Benz, quindi con il contributo del Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo, nonché il sostegno di vari importanti sponsor privati.

Nato a Detroit nel 1960, Kenny Garrett ha esordito nel 1978 con la Duke Ellington Orchestra, sotto la direzione di Mercer Ellington (figlio di Duke): oltre tre anni che hanno ampiamente contribuito alla formazione del sassofonista, come ben dimostrano le sue collaborazioni immediatamente successive. Prima di lanciarsi nella carriera da leader Garrett infatti viene chiamato da Mel Lewis, Art Blakey, Freddie Hubbard, Woody Shaw. Ma la fama del sassofonista è anche legata indissolubilmente alla sua quinquennale partecipazione alla band di Miles Davis: un periodo esaltante che ha consacrato Garrett come una star di prima grandezza nella scena jazzistica mondiale.

Ancora giovanissimo, Garrett sfonda anche come leader: il suo primo disco da solista è del 1984 (Introducing Kenny Garrett, per la Criss Cross), lavoro seguito da altre fortunate pubblicazioni per la Atlantic e la Warner. L’attività da solista non ha interrotto le sue collaborazioni d’alto profilo: McCoy Tyner, Pharoah Sanders, Brian Blade, Marcus Miller, Herbie Hancock, Ron Carter, Elvin Jones, Mulgrew Miller… Tra il 2008 e il 2009 Garrett è stato impegnato con la Five Peace Band, al fianco di Chick Corea, John McLaughlin, Christian McBride e Vinnie Colaiuta: il Cd dal vivo che documenta questa esperienza ha vinto un Grammy Award.

Negli ultimi anni le formazioni guidate da Garrett, pur nella varietà delle impostazioni (dal mainstream al R&B elettrico sino all’attuale band decorata dal tocco latineggiante delle percussioni), sono state accomunate dalla vulcanica energia con la quale il sassofonista sa trascinare il pubblico verso finali da standing ovation.

 

Ravi Coltrane, nato nel 1965, secondogenito di Alice e John Coltrane, ha raccolto l’eredità del padre, imbracciando il sax tenore. Tra le sue prime esperienze musicali ci sono le collaborazioni con Elvin Jones e Rashied Ali, storici partner di John Coltrane. Ravi ha trovato la sua dimensione ideale nel jazz creativo newyorkese, collaborando frequentemente con Steve Coleman e pubblicando dischi per etichette di primo piano come RCA e Columbia, per poi approdare alla Blue Note. Una folta schiera di grandi musicisti lo ha voluto ospite dei propri gruppi: McCoy Tyner, Pharoah Sanders, Carlos Santana, Wayne Shorter, Herbie Hancock, Chick Corea, John McLaughlin… Più di recente è stato ospite speciale della band di Ralph Alessi e ha preso parte ai Blue Note 7, formazione creata dall’omonima casa discografica per celebrare il proprio settantesimo anniversario (nel 2008).

Pensando a Ravi, la mente va a finire inevitabilmente anche sulla sua enorme figura paterna; eppure Ravi non ha ripreso il timbro del padre (piuttosto ha la corposità di un Joe Henderson) e non ne ha proseguito il percorso indirizzato verso un jazz astratto e siderale, calandosi invece nelle strutture del post-bop.

 

Cantante tra le più blasonate della scena jazz italiana, affermatasi più volte nei referendum della stampa jazzistica, Tiziana Ghiglioni vanta collaborazioni con Massimo Urbani, Franco D’Andrea, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Gianluigi Trovesi, Giancarlo Schiaffini, Paolo Fresu e, tra gli stranieri, Mal Waldron, Steve Lacy, Tony Oxley, Kenny Clarke, Aldo Romano, Paul Bley, Lee Konitz, Kenny Drew, N.H.Ø. Pedersen. Tra i suoi numerosi progetti musicali, quelli dedicati alle canzoni di Luigi Tenco le hanno assicurato un duraturo successo.

A Vicenza proporrà un programma incentrato su rivisitazioni di musiche di Monk, Mingus, Waldron, Sun Ra, ovvero una linea di compositori del jazz moderno che hanno saputo fondere novità di linguaggio con la tradizione: per questo sono cari anche al pianista Carlo Morena, che da tempo ha trovato un terreno comune con la voce Tiziana Ghiglioni scavando soprattutto lungo il filo rosso del ritmo e della poliritmia. Morena, che è titolare della cattedra di musica jazz al conservatorio di Como, vanta collaborazioni con Charlie Mariano, David Liebman, Bob Mintzer, Kenny Wheeler, John Abercrombie, Kurt Rosenwinkel, Enrico Rava, Paolo Fresu, Flavio Boltro, Pietro Tonolo e molti altri anche fra le nuove voci della scena odierna di New York.

 

Informazioni:

Assessorato alla Crescita – Ufficio Festival

Palazzo del Territorio, Levà degli Angeli, 11 Vicenza

Tel.: 0444 221541 – 0444 222101

Fax: 0444 222155

e-mail: vicenzajazz@tcvi.it

e-mail: vicenzajazz@comune.vicenza.it

web: www.vicenzajazz.org

 

Direzione artistica: Riccardo Brazzale

 

Ufficio Stampa: Daniele Cecchini
cell. 348 2350217 e-mail: dancecchini@hotmail.com

 

BIGLIETTI

Teatro Comunale: Ravi Coltrane Quartet / Kenny Garrett Quintet

intero: 23 euro + d.p.

ridotto*: 20 euro + d.p.

 

*ridotto valido per giovani fino ai 30 anni, over 65, associazioni culturali musicali, Touring Club Italiano, dipendenti Comune di Vicenza, dipendenti AIM

 

PREVENDITE

- biglietteria del Teatro Comunale aperta dal martedì al sabato dalle 15 alle 18:15.

La biglietteria risponde al telefono negli stessi giorni di apertura dalle 16 alle 18.

- on line: www.tcvi.it

- sportelli della Banca Popolare di Vicenza

Giorno dello spettacolo: alla biglietteria del teatro da un'ora prima dell'inizio del concerto (senza diritto di prevendita)

 

INGRESSO LIBERO

Bar Borsa

Laddove non diversamente specificato

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza