Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

19/04/2014

Bomba Day (25 aprile), evacuazione di 27 mila persone per le operazioni di disinnesco

Tutte le informazioni su questo sito o al numero verde gratuito 800 127812

Venerdì 25 aprile 27.000 vicentini residenti nei Comuni di Vicenza, Caldogno e Costabissara dovranno lasciare le proprie case entro le 8.30 del mattino per il tempo necessario a consentire il disinnesco di una pericolosa bomba della Seconda Guerra Mondiale, contenente 1.800 chilogrammi di esplosivo, rivenuta alcuni mesi fa nell’area dell’ex aeroporto Dal Molin.

In caso di esplosione, ci sarebbero gravi conseguenze per edifici, persone e beni fino a una distanza di 2.500 metri dall’ordigno: all’interno di quell’area, dovranno essere evacuati tutti gli edifici e tutte le strade. È obbligatorio quindi per tutti i cittadini uscire dall’area da evacuare entro le 8.30 del mattino per permettere agli artificieri dell'Esercito italiano di procedere con le operazioni di disinnesco della bomba a partire dalle 9 (a questo link è possibile verificare quali vie e numeri civici sono compresi all'interno della zona da evacuare: http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipterr/infrastruttureeverdepubblico/protcivile/bombaday/cercavie.php).
Dalle 8.30 le forze dell’ordine controlleranno che nessuna persona si trovi all’interno dell’area da evacuare: chi trasgredisce mette a rischio la propria vita, infrange la legge e sarà allontanato, dato il potenziale pericolo legato al disinnesco. Centinaia di agenti in divisa e in borghese controlleranno la zona evacuata per garantire la sicurezza delle abitazioni lasciate dai cittadini. Le operazioni di disinnesco dovrebbero durare circa 7 ore; il termine delle operazioni, e quindi la possibilità di rientrare nelle abitazioni, sarà segnalato attraverso sirene, personale della protezione civile e tutti i mezzi di comunicazione. Il disinnesco potrebbe essere rinviato solo in caso di condizioni meteo particolarmente avverse con specifica comunicazione nei giorni precedenti il 25 aprile.

Per ogni informazione è possibile chiamare il numero verde gratuito 800 127812 o visitare questo sito.

Centri di accoglienza. Chi desidera essere ospitato, durante le operazioni di disinnesco, nei centri di accoglienza organizzati dal Comune di Vicenza, deve prenotarsi al più presto telefonando al numero verde gratuito o direttamente al link: https://servizionline.comune.vicenza.it:4440/index.php/969869.

Sarà possibile raggiungere i centri di accoglienza con il servizio di trasporto pubblico gratuito che partiranno da dieci punti di raccolta.

Al numero verde va inoltre segnalata il prima possibile la presenza di persone non autosufficienti o malati gravi bisognosi di particolare assistenza nell’evacuazione.

Numero verde 800 127812. Fornisce informazioni e raccoglie segnalazioni domenica 20 e lunedì 21 aprile dalle 9 alle 19. Da martedì 22 a giovedì 24 aprile sarà attivo dalle 9 alle 22 e venerdì 25 aprile dalle 6 alle 22.

Aggiornamenti continui verranno pubblicati su questo sito e sui profili social Facebook e Twitter “Città di Vicenza”. Riceveranno messaggi di aggiornamento direttamente sul proprio cellulare invece gli iscritti al servizio sms di allarme: per iscriversi agli aggiornamenti per Vicenza e Costabissara è necessario mandare un messaggio sms con il proprio nome, cognome, indirizzo e Comune al numero 366 7774909; per Caldogno occorre invece iscriversi al servizio Sms Alert direttamente sul sito www.comune.caldogno.vi.it. Aggiornamenti continui saranno infine garantiti anche dai mezzi di informazione locali (televisioni, siti internet e testate on line).

Su questo sito sono inoltre pubblicate la mappa dell'area e la lista delle strade da evacuare, l'elenco delle 10 zone in cui è stata suddivisa l'area sottoposta a evacuazione e i relativi punti di raccolta da dove partiranno gli autobus gratuiti per il trasporto ai centri di accoglienza, nonché il programma di evacuazione e tutte le indicazioni su cosa è obbligatorio o consigliato fare per mettere al sicuro persone, abitazioni, attività commerciali e altri beni.

Si ricorda in particolare che prima di uscire di casa è consigliato provvedere alla nastratura dei vetri delle finestre chiuse con l’applicazione di pellicole adesive per ridurre gli effetti della rottura di vetri a seguito di un’eventuale esplosione (ulteriori dettagli: http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipterr/infrastruttureeverdepubblico/protcivile/bombaday/notizie.php/104533).

I cittadini che risiedono nell'area dell'evacuazione potranno avere accesso il 25 aprile gratuitamente al Teatro Olimpico, alla Pinacoteca di Palazzo Chiericati, al Museo Naturalistico e Archeologico e al Museo del Risorgimento e della Resistenza (ulteriori dettagli: http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipterr/infrastruttureeverdepubblico/protcivile/bombaday/notizie.php/104891).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza