Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

08/04/2014

“Gli amanti timidi o sia l’imbroglio de’ due ritratti”, al Bixio l'11 aprile

Una commedia dell’incomunicabilità, del doppio, dell’equivoco. Una pièce goldoniana raramente rappresentata e riportata sul palcoscenico con intelligenza e originalità. Andrà in scena venerdì 11 aprile alle 21 al Teatro Spazio Bixio di Vicenza “Gli amanti timidi o sia l’imbroglio de’ due ritratti”, una commedia di Carlo Goldoni riadattata dalla compagnia Teatro Club con la regia di Gabriele Ferrarese.Lo spettacolo ha vinto i premi di “Migliore spettacolo”, “Migliore regia” e “Migliore attore protagonista” al Concorso Nazionale di Livorno. È inserito all’interno della stagione “Frequenze dinamiche”.
Gli amanti timidi o sia l’imbroglio de’ due ritratti” è un affresco di vita e di situazioni tipicamente goldoniane, imperniato su figure di servitori dai caratteri diversi e umani dai quali si staccano per compiutezza e linearità quelli di Arlecchino e Camilla. Si tratta di uno spettacolo che presenta una visione globale del “mondo” di Carlo Goldoni e che vuole essere anche un omaggio ad un autore così lontano nel tempo ma tanto a noi vicino. Un’occasione per recuperare il teatro come luogo di incontro umano.
Storicamente, questa commedia è nata come riscrittura di uno scenario composto per i comici parigini del Théatre Italien. Appartiene all'ultima fase creativa del drammaturgo Carlo Goldoni: riporta in scena come protagonista Arlecchinoche in questo spettacolo ha una funzione drammaturgica nel suo essere, come sempre, motore dell'azione ma, in quanto pegno d'amore, è altresì pretesto e strumento di uno scavo psicologico che indaga la relazione d'amore. La commedia si regge sul gioco degli equivoci ed è una farsa spiritosa in cui l’autore seppe conservare molto dello spirito della commedia dell’arte.
In scena Ignazio Cortivo, Laura Favaretto, Andrea Ghedin, Flavia Del Giudice, Marco De Cassan, Livio Carradori, Claudio Maistrello, Bruno Pietro Spolaore, Manuel Pesce e Lorenzo Dolfin.
La stagione è realizzata con il sostegno di Regione del Veneto e il patrocinio dell’Amministrazione provinciale.

I biglietti (Intero 10 euro; ridotto 8) sono disponibili a partire da un’ora prima degli spettacoli al botteghino del Teatro Spazio Bixio. È consigliata la prenotazione.

Per info e prenotazioni: info@theama.it e 0444/322525 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18; o 345/7342025 tutti i giorni dalle 10 alle 18.

IL PORTICO-TEATRO CLUB è nato nel 1979 e ha al suo attivo una significativa gamma di opere del teatro veneto con allestimenti tendenti alla ricerca di nuove esperienze estetiche ed espressive. Dal suo repertorio si evince come lo scopo principale del gruppo sia quello della rivalutazione e della diffusione di opere spesso dimenticate ma meritevoli di essere rappresentate. L’obiettivo è quello di ridare identità e dignità ad una cultura veneta di inestimabile valore. Il Portico-Teatro Club ha ottenuto numerosi riconoscimenti di pubblico e critica a rassegne regionali e nazionali.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza