Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

14/03/2014

“Marco Polo e il viaggio delle meraviglie”: al Teatro Astra domenica 16 marzo a Vicenza

E tra Tartari, Magi e Kublai Khan, Il grande messaggio dell’esploratore veneziano è anche il valore dell’apertura e del rispetto verso l’altro

Marco Polo ha diciassette anni, una famiglia che ammira e un tormento: la passione per i viaggi, quelli raccontati dal padre Niccolò e dallo zio Matteo, ricchi mercanti che commerciavano con l’Oriente. È un luminoso pomeriggio veneziano del 1271 e in una grande piazza adiacente al porto brulicante di colori, suoni e odori, prende il via il suo viaggio. “MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE” è lo spettacolo che la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani porterà in scena al Teatro Astra di Vicenza domenica 16 marzo in doppia replica (ore 15 e 17) all’interno della rassegna “FAMIGLIE A TEATRO 13-14”, il progetto de La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione per il Comune di Vicenza con il sostegno del Ministero dei Beni Culturali, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Banca Popolare di Vicenza e Askoll.

Scritto e diretto da Luigina Dagostino, lo spettacolo è un percorso teatrale sul tema del viaggio, della conoscenza e del meraviglioso, in cui il diario di un giovane Marco Polo è la cornice entro cui scoprire usi e costumi, linguaggi, cibi, profumi e musiche di chi vive in luoghi lontani dai nostri. In scena Claudio Dughera, Daniel Lascar e Claudia Martore danno vita a quel mondo lontano mondo interpretando un caleidoscopio di personaggi, grazie anche ai coloratissimi costumi di Giorgia Durando
Lo spettacolo è tratto da “Il Milione” di Marco Polo, in cui l’esploratore e mercante veneziano vissuto a cavallo tra il XIII e il XIV secolo ripercorre con la memoria i suoi ventennali viaggi tra l’Occidente e l’Oriente: le meraviglie dell’Asia, i sapori, le genti, le piante, i palazzi, il Gran Khan… Dopo un’accurata lettura del testo, la compagnia ha selezionato alcune delle storie più interessanti per i bambini e i ragazzi, facendo rivivere sul palcoscenico i Tartari, Baghdad, i Magi, Kublai Khan, Re Dor, Aigiarne la lucente luna…
“Il grande valore de Il Milione – spiega Luigina Dagostino - non consiste solo nel permettere, anche ai bambini di oggi, di conoscere l’Oriente, ma anche e soprattutto nello sguardo adottato da Marco Polo, nel suo grande desiderio di conoscenza e nella sua capacità di accettare e accogliere l’Altro in tutta la sua complessità e differenza. Con questo spettacolo vogliamo trasmettere ai più piccoli il fascino e i valori di un personaggio storico che nei suoi viaggi alla scoperta di culture lontane e mondi nuovi era guidato da un profondo rispetto verso le popolazioni incontrate, le loro usanze e i loro territori. Un messaggio di dialogo, solidarietà e apertura verso il prossimo”.

Un universo che la compagnia torinese ha ricostruito grazie alla fantasia e alla creatività, con l’utilizzo di elementi scenografici  semplici e di recupero – scatole di cartone, drappi di stoffe colorate, maschere - che si trasformano via via in vari elementi del racconto, in un ritmo vorticoso e sorprendente. “Quel che mi sembra ammirevole ed esemplare”, commenta Ernesto Ferrero, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino, “è questa ricerca quasi baldanzosa di nuovi linguaggi partendo dal quotidiano più dimesso, quello che abbiamo sotto le mani e sotto gli occhi. Come a dire: il fantastico, il meraviglioso non abitano mondi lontani e preziosi. Il problema, come sempre, sta nell’occhio dell’artista, nella sua capacità di scorgere quello che agli altri sfugge, nella sua capacità di liberare la materia dalle convenzioni.”
Lo spettacolo è consigliato a partire dai 5 anni di età.

Per entrambe le repliche dello spettacolo è disponibile gratuitamente il parcheggio presso il Circolo Tennis (accesso da Contrà della Piarda – dopo Contrà Barche a sinistra). Il parcheggio ha una capienza limitata: si consiglia di arrivare in anticipo. Infine, sarà attivo il punto di ristoro Equobar, con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.

I biglietti (adulto intero 6,50 euro, adulto ridotto 5 euro, bambini 4 euro, diritto di prevendita 0,50 euro) sono in vendita negli uffici del Teatro Astra dal martedì al venerdì con orario 9.30-13 e 15-18. Sempre attiva la promozione “Porta il nonno a teatro”: un nonno e due nipoti entrano a teatro con 10 euro. Il giorno di spettacolo il botteghino apre alle ore 14.

Informazioni per il pubblico
Ufficio Teatro Astra
Contrà Barche 55
Tel. 0444 3237250444 323725, info@teatroastra.it
www.teatroastra.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza