Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

10/02/2014

"Naveneva”, la danza contemporanea di Naturalis Labor racconta la magia del mare

Sabato 15 febbraio al Teatro Astra

Torna al Teatro Astra di Vicenza la danza contemporanea della compagnia Naturalis Labor, che andrà in scena sabato 15 febbraio (ore 21) con la sua nuova produzione “NAVENEVA”. Un evento speciale fuori abbonamento organizzato all’interno della stagione teatrale “SIAMO UMANI 13-14”, il progetto de La Piccionaia - I Carrara Teatro Stabile di Innovazione per il Comune di Vicenza con il sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione del Veneto, Provincia di Vicenza, Circuito Teatrale Arteven e Askoll.
Attraverso la danza, “Naveneva” racconta la magia del mare, dando vita ad un nuovo bestiario marittimo: marinai, pirati, sirene scomposte, gabbiani e capitani ricomposti, pesci e pescatori composti. Forme e corpi in continuo movimento, in un gioco che lascia proliferare le combinazioni possibili fra le figure, le parole e i suoni dell’immaginario marino. Così, nella stiva della nave e al molo, con il faro in lontananza, mentre qualcuno canta o dorme, avvengono incontri imprevedibili fra altrettante imprevedibili creature, in uno scambio di ruoli pieno di sorprese.Lo spettacolo, che ha debuttato nell’ambito di Operaestate Festival 2013, è coreografato da Silvia Bertoncelli e nasce da una molteplicità di suggestioni: prima fra tutte il “Binomio fantastico” di Gianni Rodari, che egli descrive nella sua “Grammatica della fantasia”: una tecnica narrativa fatta di accostamenti inconsueti tra parole apparentemente lontane tra loro, che ha il potere di spalancare le porte della fantasia e dell’immaginazione. Ma l’ispirazione arriva anche dai romanzi d’avventura come “L’isola del tesoro” di Stevenson, “Ventimila leghe sotto i mari” di Verne, “Mody Dick” e “Billy Bud” di Melville; e ancora da film ispirati all’immaginario marino come “I pirati dei Caraibi” o “Pirati di Polanski”; e infine, dall’arte figurativa, in particolare dal surrealismo di Magritte, dalle fotografie di Roberto Kusterle e dalle illustrazioni digitali di Mark Ryden. Sulla scena, Silvia Bertoncelli, Chiara Guglielmi e Paolo Ottoboni interpretano i tre mozzi coinvolti in un aggrovigliarsi di eventi, incontri, battaglie, burrasche, mentre le immagini, i personaggi, i luoghi e gli oggetti appaiono e si trasformano come sintesi oniriche, grazie anche alle scenografie di Antonio Panzuto e i costumi di Lucia Lapolla.Un viaggio fantastico con cui la compagnia Naturalis Labor, vicentina di fondazione e tra le più importanti del panorama nazionale, si rivolge ad un pubblico di tutte le età. “Lo spettacolo trasforma i racconti sul mare, nella convinzione che articolare e inventare linguaggi sia un’impareggiabile esperienza di libertà – spiega Luciano Padovani, direttore artistico della compagnia -. Na’ veniva e vedeva a levante sul viso diviso vibrante di gocce velato il vestito. Leva la vela. Vale la leva. Vela di lino. Luna di lana… Saranno forse i riflessi di una luna che sembra fatta di lana, a rendere così misterioso il mondo di Naveneva?”I biglietti (intero 13 euro, ridotto 11 euro, diritti di prevendita 1,50 euro) sono in vendita negli uffici del Teatro Astra con orario 9.30-13 e 15-18. Sempre valida la promozione per gruppi di min. 10 persone (10 euro) e per gli studenti delle scuole superiori (9 euro).A partire dalle ore 20 è a disposizione del pubblico il parcheggio del Circolo Tennis in Contrà della Piarda (dopo il Teatro sulla sinistra). Data la capienza limitata, si consiglia di arrivare con anticipo. Prima e dopo lo spettacolo sarà attivo il punto di ristoro Equobar, con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.Naturalis Labor, creata nel 1988 da Luciano Padovani e Francesca Mosele, con lo spettacolo Taigà (1989) vince il primo premio al Concorso Internazionale di Coreografia Città di Cagliari. La sede organizzativa e operativa della compagnia è a Vicenza (Italia). Svolge un continuativo lavoro di ricerca sulla danza contemporanea, sul tango e sui nuovi linguaggi dell'arte. Progetta e realizza spettacoli ed eventi unici avvalendosi di collaborazioni con realtà nazionali quali Teatro Olimpico di Vicenza, Festival Oriente Occidente, Operaestate Festival, AbanoDanza, Pergine Spettacolo Aperto, Festival d'Autunno, Segni Barocchi, Concerti in Villa. Realizza tournèes in Italia e in Europa.È riconosciuta e sostenuta da Ministero dei Beni e Attività Culturali, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Comune di Vicenza, Comune di Comacchio e Arco Danza. Promuove rassegne e festival tra cui Forti in Scena, Danza a Comacchio e Danzafest.

 

 

www.teatroastra.it

 

Informazioni per il pubblico
Ufficio Teatro Astra
Contrà Barche 55
telefono 0444 323725, mail
info@teatroastra.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza