Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

30/01/2014

Ostello “Olimpico”, aumento delle presenze di stranieri nell'ultimo anno

Il Comune proroga la convenzione per l'esecuzione di interventi di miglioria

L'Ostello “Olimpico” si presenterà rinnovato ai numerosi visitatori che lo sceglieranno come sistemazione per scoprire le bellezze della città del Palladio. A questo scopo il Comune di Vicenza ha deciso di prorogare la concessione fino al 2020, affinchè l'accoglienza sia delle migliori visto che la struttura sembra essere sempre più gradita in particolare dai visitatori stranieri che arrivano in città: 8896 nel 2013, 1.214 in più rispetto al 2012 (7.862) su una presenza totale di 11.131 nel 2013 contro 10.017 nel 2012 (con un aumento di 1.114 visitatori).

L'annuncio è stato dato oggi all'Ostello “Olimpico” dal vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci, dal gestore della struttura Andrea Zaggia, dell'Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù e Antonio Giorio, commissario del Comitato Regionale Veneto dell'Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù.

L'Ostello ha il pregio di sorgere in un luogo di rilevanza turistica perchè vicino a due dei monumenti simbolo della nostra città: il Teatro Olimpico e Palazzo Chiericati – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci -. Una zona che l'amministrazione riuscirà a valorizzare nel prossimo mese di marzo quando l'ultimo tratto di corso Palladio verso piazza Matteotti sarà reso pedonale: questo sarà solo un primo passo verso il miglioramento complessivo della zona dove ci auguriamo di eliminare l'attuale parcheggio e di avviare quanto prima l'iter per la trasformazione dell'ex Macello in una struttura per la ricezione di alto livello.
La proroga della concessione all'attuale gestore per altri quattro anni premia la volontà e la capacità di proporre, oltre agli interventi di manutenzione previsti, anche ulteriori opere che migliorano la qualità della struttura di proprietà del Comune scelta essenzialmente per ragioni di turismo d'arte”.

Interventi di miglioria
Il complesso degli ex bagni pubblici di via Giuriolo 9 è stato concesso all'Associazione italiana alberghi per la gioventù per nove anni dal 31 ottobre 2007 in corrispondenza del versamento di un canone annuale di 4.350 euro con aggiornamento annuale in base alle variazioni Istat.
L'accordo prevede che l'associazione esegua a proprie spese gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, favorendo le iniziative di turismo scolastico e giovanile promosse dal Comune di Vicenza con cui collabora per la promozione e realizzazione di iniziative turistico culturali a favore dei giovani.
L'amministrazione comunale ha deciso di prorogare la concessione, che dovrebbe scadere alla fine del 2016, per altri 4 anni e quindi fino al 31 ottobre 2020 poiché l'Associazione italiana alberghi per la gioventù ha proposto di attuare alcune migliorie all'ingresso, nella zona della reception, per una spesa stimata in 12.500 euro circa, e l'installazione dell'impianto di climatizzazione nelle camere per una spesa di circa 26 mila euro. I lavori alla reception si sono conclusi alla fine del 2013, mentre l'impianto di climatizzazione è già stato installato in alcune camere. Migliorie queste che non fanno parte degli interventi di manutenzione ordinaria previsti dal contratto ma che andranno a migliorare la funzionalità della struttura.
L'Associazione in questi anni ha eseguito anche altri interventi tra cui tutti quelli necessari per eliminare i danni provocati dall'alluvione del 2010 utilizzando gli indennizzi provenienti anche dalla propria polizza assicurativa. Ha messo inoltre in sicurezza gli impianti tecnologici per evitare danni nel caso di nuovi fenomeni di esondazione.
Successivamente, con una spesa di 30 mila euro, l'associazione ha realizzato i bagni in tre camere al terzo piano, un'auto cucina per gli ospiti al piano terra, e un bagno e uno spogliatoio per il personale di servizio al piano terra.

Dati
Sono 11.131 le persone che hanno scelto l'Ostello “Olimpico” come sistemazione per visitare la città nel 2013, 1.114 in più rispetto al 2012 (10.017). L'incremento è dovuto all'aumento della presenza di stranieri: 1.214 in più rispetto al 2012 (8.896 nel 2013, 7.682 nel 2012).
Si riscontra un aumento di presenze in particolare di cittadini croati (133 nel 2013, 45 nel 2012), francesi (1.631 nel 2013, 1.233 nel 2012), polacchi (755 nel 2013, 125 nel 2012). In aumento anche gli statunitensi (647 nel 2013, 335 nel 2012), argentini (77 nel 2013, 54 nel 2012).
I visitatori in generale più numerosi nel 2013 si sono rivelati i francesi (1.631), i tedeschi (1.308), i polacchi (755), gli statunitensi (647).
In diminuzione invece le presenze di italiani: 2.235 nel 2013 contro le 2.335 del 2014.
Complessivamente l'Ostello vede una presenza massiccia di ospiti dai 30 ai 40 anni, corrispondente al 43%, di giovani dai 18 ai 30 anni. Le persone con più di 60 costituiscono il 25% mentre i bambini e ragazzi da 0 a 18 anni sono il 7%.
I gruppi sono in aumento: 83 nel 2.013 e 76 nel 2.012.
Si registrano anche presenze di gruppi giunti con i progetti Erasmus e Leonardo: 6 presenze nel 2016 e 8 nel 2013 (per insegnanti 2 per allievi 6).
Informazioni sull'Ostello Olimpico: www.ostellovicenza.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Galleria fotografica

Da destra: Bulgarini d'Elci, Giorio, Zaggia

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza