Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

25/10/2013

Polo giovani B55, mostra fotografica "Un mondo per la pace. Comiso trent'anni dopo"

Inaugurazione sabato 26 ottobre.Oggi e domenica 27 due incontri ad ingresso libero

Sarà inaugurata sabato 26 ottobre alle 17 al Polo giovani B55 di Vicenza (contra' Barche 55) la mostra fotografica "Un mondo per la pace. Comiso trent'anni dopo: dalla memoria alla speranza"organizzata dal B55 in collaborazione con Libera Vicenza, Arci Servizio Civile, associazione "Per la pace" di Schio e Banca Etica.
L'esposizione - che raccoglie e racconta in 40 pannelli i momenti salienti delle storiche proteste svoltesi dagli anni ‘60 agli anni '80 contro tutte le guerre e le armi nucleari - è prodotta da Banca popolare Etica e curata da Gianfranco Irlanda con la collaborazione di Emiliana Renella.
All'inaugurazione parteciperanno Agnese Priante e Gabriele Brunetti del Movimento Pacifista Vicentino, Leonardo Losselli di Banca Etica e Vito Lo Monaco, presidente del Centro Studi “Pio la Torre” di Palermo.
La mostra resterà aperta ad ingresso libero nei giorni 27 ottobre, 2 e 3 novembre, dalle 16 alle 19.
Negli anni Ottanta, da Comiso prese il via una grande manifestazione per la pace e contro la mafia (che negli affari e nella presenza militare di quella base vedeva una prospettiva di alleanza e copertura politica dei circoli segreti dell’epoca del muro di Berlino); una battaglia politica quella contro i missili di allora che vide alla guida del movimento Pio La Torre, il politico siciliano che fu poi promotore di fondamentali provvedimenti legislativi per contrastare le mafie, tra cui l’inserimento nel codice penale del reato di associazione a delinquere di stampo mafioso (il famoso 416 bis) e della procedura di sequestro e confisca dei beni. La Torre aveva infatti intuito che bisognava aggredire la mafia togliendole i capitali, il suo vero potere. Per questo pagò con la vita: fu ucciso con Rosario Di Salvo nel 1982 per volere, tra gli altri, di Riina, Greco, Brusca e Provenzano.
Comiso è oggi il quarto aeroporto siciliano, da poco intitolato proprio a Pio La Torre.
Dai dibattiti e dai cortei del movimento pacifista di Comiso nacque anche l’idea del consumo critico come pratica quotidiana, filosofia oggi incarnata dai sempre più numerosi gruppi di acquisto solidale, dalle cooperative di Libera Terra e dall'esperienza di Banca Etica.
Oggi alle 18, è previsto al B55 un incontro di formazione sul movimento anti-militarista e la gestione non-violenta dei conflitti, a cura di Gabriele Brunetti.
Domenica 27 ottobre alle 10 Vito Lo Monaco presenterà ai docenti delle scuole superiori il Progetto Educativo Antimafiapromosso dal Centro Studi “Pio la Torre” che coinvolge già numerose scuole in tutta Italia.
Entrambi gli incontri sono gratuiti ma è gradita una conferma da parte dei partecipanti (sale@b55.it).
Per maggiori informazioni: www.b55.it, 0444 526142 (dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 19)

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza