Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

11/10/2013

"Siamo umani 2013-2014", la nuova stagione del Teatro Astra

Il 15 novembre inaugura Saverio La Ruina. Tra gli ospiti, Fanny & Alexander, Motus, Antonio Rezza, Atir

Raccontare un’umanità multiforme, a volte estrema, ma nella quale sempre tutti noi siamo chiamati a riconoscerci: poiché, parafrasando il commediografo Terenzio, “siamo esseri umani, niente che sia umano ci è estraneo”. Con questo obiettivo nasce “SIAMO UMANI 13-14”, la stagione del contemporaneo dell’Astra di Vicenza, il progetto curato da La Piccionaia - I Carrara Teatro Stabile di Innovazione per il Comune di Vicenza con il sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione del Veneto, Provincia di Vicenza, Circuito Teatrale Arteven e Askoll.

Artisti di primo piano della scena nazionale - tra grandi nomi come Fanny & Alexander, Motus, Antonio Rezza, Carmelo Rifici, e giovani compagnie emergenti - sono stati invitati a comporre un cartellone di 9 spettacoli dal 15 novembre all’11 aprile (con inizio sempre alle ore 21). Un viaggio che toccherà temi senza tempo e, insieme, di forte attualità come il rapporto tra generazioni, la questione femminile, il potere dei mass media, la dimensione giovanile, esplorati attraverso la cronaca, la letteratura, la poesia, il riferimento cinematografico, il lavoro di sperimentazione e l’immersione nelle realtà regionali del nostro paese. Un progetto di teatro contemporaneo che, con la sua attenzione per l’innovazione dei linguaggi, vede nel pubblico giovane il suo destinatario privilegiato.

Apre la stagione venerdì 15 novembre il Premio Ubu Saverio La Ruina con il suo “Dissonorata. Un delitto d’onore in Calabria”, che parte da una piccola storia regionale nella quale però risuonano le voci di molteplici donne da ogni parte del mondo. Lo spettacolo è inserito anche nel programma di iniziative promosso dall'ufficio pari opportunità del Comune di Vicenza, con l'assessorato alla comunità e alle famiglie, con il centro comunale antiviolenza e con molte associazioni cittadine, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne. La carrellata di protagonisti di livello internazionale è capitanata da un’attesa “prima volta” sul palco dell’Astra, con l’arrivo della storica compagnia di ricerca Fanny & Alexander (13 dicembre) con lo spettacolo “Discorso giallo”, un’inedita e ironica indagine sugli effetti tossici della pedagogia televisiva. A seguire, torna la pluripremiata sperimentazione di Motus (25 gennaio) con il lavoro, di shakespeariana ispirazione, “Nella tempesta”, che mette in scena con il coinvolgimento del pubblico l’esperienza di un universo socio-politico tutto da rifondare. A seguire, la coppia Antonio Rezza / Flavia Mastrella (7 febbraio) con “Fratto_X”, ultimo capitolo del loro irriverente percorso artistico e già vincitore del premio Hystrio – Altre Muse 2013. Nasce dall’incontro tra altri due grandi nomi del teatro italiano, la compagnia Atir e il pluripremiato regista Carmelo Rifici, l’appuntamento dell’11 aprile con “Yerma”, spettacolo che nasce da un lavoro pluriennale sulla vita e le opere di Federico Garcia Lorca e mette in scena il dramma della sterilità e della scelta.
Capofila tra i giovani talenti in cartellone all’Astra, i vincitori di Premio Scenario 2013 Fratelli Dalla Via (22 febbraio) con il loro “Mio figlio era come un padre per me”, che racconta con ironia e cinismo la storia di una ricca famiglia del nordest, parabola esemplare del conflitto generazionale. E ancora, sempre dal Premio Scenario dove ha ottenuto una Segnalazione Speciale arriva il collettivo under 30 nO (dance first. Think later) (28 marzo), con il loro “Treno fermo a – Katzelmacher”, che catapulta i protagonisti della pellicola di Reiner Werner Fassbinder in un profondo sud italiano per raccontare l’incontro con lo straniero. Altro giovanissimo, - ma già vincitore del Premio Equilibrio 2011 e molto attivo all’estero, Giulio D’Anna presenterà il 30 novembre “Parkin’son”, che vede in scena il coreografo 33enne insieme al padre Stefano, terapista senza alcuna formazione di danza, nel racconto di un rapporto in cui limite diventa fonte di possibilità, dove il corpo del padre ha la lentezza e il contegno del passato, e quello del figlio la dinamicità e l’apertura del futuro. Infine, dopo l’applauditissimo “Antropolaroid”, torna sul paloscenico del teatro Astra il talento-rivelazione Tindaro Granata (15 marzo) col suo nuovo spettacolo “Invidiatemi come io ho invidiato voi” che, ispirato ad una storia vera accaduta qualche anno fa in provincia di Perugia, si muove sul terreno arduo della pedofilia.

SIAMO UMANI” è arricchito anche quest’anno da momenti di dialogo e approfondimento con gli artisti, pensati con l’intento di stimolare un confronto all’interno della comunità. In più, a lato della stagione nasce “Fabbricateatro”, un percorso laboratoriale-formativo, che incrocerà le tematiche degli spettacoli e vedrà la partecipazione di alcuni degli artisti in cartellone.

Gli abbonamenti sono disponibili dal 15 ottobre, in due diverse formule: l’abbonamento all’intera rassegna (intero 100 euro, ridotto 80 euro) o quello a 5 spettacoli a scelta libera (intero 55 euro, ridotto euro 45).

I biglietti saranno in vendita dal 5 novembre al costo di 13 euro l’intero e 11 euro il ridotto.

Gli abbonamenti sono in vendita presso l’ufficio del Teatro Astra (Stradella Barche 5, Vicenza) con i seguenti orari: dal martedì, al venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18, e fino al 9 novembre, anche il mercoledì pomeriggio fino alle 19 e il sabato mattina dalle 10 alle 13 (escluso sabato 2 novembre).

Informazioni per il pubblico: Ufficio Teatro Astra, Stradella Barche 5, 0444323725, info@teatroastra.it, www.teatroastra.it

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza