Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

23/08/2013

Ponte Pusterla, al via i lavori ad una pila portante

Sono iniziati in questi giorni i lavori di consolidamento di una delle pile portanti di ponte Pusterla, quella più vicina al centro storico, intervento che completa le opere di consolidamento del ponte a seguito dell'alluvione 2010.

La Regione Veneto ha disposto l'avvio dei lavori con la conferma del finanziamento nel mese di luglio ed entro il 31 ottobre 2013 sarà necessario inviare la rendicontazione relativa ai lavori. Pertanto martedì 20 agosto l'assessorato alla cura urbana ha predisposto l'apertura del cantiere che proseguirà l'attività per circa 40 giorni.

La somma prevista per il consolidamento dalla pila, che ammonta a 300 mila euro, sarà coperta dal finanziamento assicurato dall'Unione Europea attraverso la Regione Veneto utilizzato per le opere eseguite fino ad ora pari a 1.191.000 euro a cui si aggiunge la donazione dei Veneto Banca di 750 mila euro per un totale di 1.941.000 mila euro. Le economie d'appalto hanno assicurato così anche la copertura del lavoro alla pila.

L'incarico è stato affidato alla ditta Costruzioni Miotti, che si è già occupata delle precedenti attività di sistemazione del ponte gravemente danneggiato dall'alluvione dell'1 novembre 2010, per esigenze di urgenza, complementarietà ai lavori di risanamento strutturale del ponte e perfezionamento dei lavori.

La situazione della pila del ponte non è infatti considerata particolarmente critica sebbene successive ondate di piena potrebbero accentuare l'erosione con il rischio di movimenti nella fondazione.

La pista che verrà conclusa entro la prossima settimana, condizioni meteorologiche permettendo, e che andrà a lambire la pila verso San Marco, è composta da materiale terroso e ghiaioso proveniente dalle cave di Valdagno dove verrà riportata una volta concluso l'intervento; una parte invece servirà per colmare alcuni dislivelli del letto del fiume. Servirà come percorso per portare i materiali di rinforzo della pila e per deviare il corso del fiume verso sinistra in modo da lasciare in secca la zona circostante la pila e per evitare quindi rischi di scalzamento della pila stessa durante il lavoro.

Il lavoro vero e proprio consiste in uno scavo in profondità intorno alla pila nella quale, progressivamente, verranno inseriti tre strati di massi sovrapposti. Questa operazione è particolarmente delicata pertanto è indispensabile che si svolga in una fase in cui la portata del fiume è di livello normale, quindi in assenza di perturbazioni rilevanti. Pertanto i tecnici terranno monitorate le condizioni meteorologiche prima di dare l'avvio ai lavori che si protrarranno per 10 giorni circa, sabato e domenica compresi.

Recentemente è stato inoltre riaperto il canale sulla sponda sinistra che alimenta una centrale idraulica privata al di là del ponte: questo consentirà di fare defluire le acque più agevolmente diminuendo quindi la portata del fiume e di conseguenza limitando i rischi durante il lavoro.

Per consentire lo svolgimento dei lavori sarà necessario un restringimento in piazza San Biagio all'incrocio con stradella dei Munari dove sarà in vigore il senso unico alternato.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza