Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

07/06/2013

Il sindaco ha definito nel dettaglio le deleghe degli assessori

Nel dettagliare le deleghe assegnate ai suoi assessori il sindaco Achille Variati è ritornato a motivare le scelte che mettono le esigenze del cittadino al centro non solo dell'azione, ma anche dell'organizzazione della nuova amministrazione.
In questo disegno la funzione di “assessore alla Crescita” affida al vicesindaco Jacopo Bulgarini d'Elci “l’esercizio di funzioni nell’area della cultura, turismo, creatività, relazioni e progetti di sviluppo integrato con associazioni economiche, Università, Fiera, comunicazione”. La delega comprendei rapporti con la Fondazione “C.I.S.A. – A.Palladio”, la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, l’ “Istituzione Pubblica Biblioteca Civica Bertoliana”, con la Fondazione Cassa di Risparmio Verona Vicenza Belluno e Ancona e con le associazioni e gli enti che operano nel campo della cultura.
Variati, nel ribadire la strategicità di questo incarico finalizzato soprattutto alla crescita culturale e turistica di Vicenza, ha ricordato che il vicesindaco dovrà occuparsi anche della sovrintendenza funzionale e della valorizzazione dei monumenti patrimonio Unesco, dalla Basilica, al teatro Olimpico, a palazzo Chiericati.
Importante, per perseguire l'obiettivo di “progettare la città della sostenibilità”, sarà invece l' “assessorato alla Progettazione e sostenibilità urbana”, attribuito ad Antonio Marco Dalla Pozza, che eredita dalla precedente giunta testimoni indispensabili come il PAT e il primo PI. La delega “legittima l’esercizio di funzioni nell’area dell’urbanistica, mobilità, ambiente, politiche energetiche, pianificazione del verde, assetto idraulico e relativi interventi di riqualificazione e tutela del territorio, nonché nelle gestioni amministrative per il post emergenza idraulica”.
Se a Dalla Pozza è affidata la progettazione della città, Cristina Balbi diventa “assessore alla Cura urbana”, “con un'attenzione particolare per la bellezza della città”. La sua delega “legittima l’esercizio di funzioni nell’area dei lavori pubblici, infrastrutture stradali, manutenzioni, arredo urbano e verde pubblico”.
Opererà come “assessore alla Sicurezza urbana” l'ex questore Dario Rotondi, delegato “all’esercizio di funzioni nell’area della sicurezza e della protezione civile, con particolare riferimento al Corpo di Polizia Locale”.
A Isabella Sala “assessore alla Comunità ed alle famiglie” il sindaco ha delegato “l’esercizio di funzioni nell’area del sociale, welfare, casa, tutela dei diritti, integrazione e a intrattenere i rapporti con le istituzioni, le associazioni ed il volontariato che operano nel campo degli interventi sociali e per la pace”.
Filippo Zanetti, “assessore alla Semplificazione e innovazione”, ha ricevuto la “delega all’esercizio delle funzioni nell’area della semplificazione burocratica, sportello unico, informatizzazione, innovazione tecnologica, personale, edilizia privata, annona, anagrafe, smart city”.
Con Annamaria Cordova sparisce la delega “al decentramento”, retaggio delle circoscrizioni da tempo abolite dalla legge: sarà infatti “assessore alla Partecipazione”, delega che “legittima l’esercizio delle funzioni nell’area della democrazia partecipativa, dei rapporti con realtà associative categoriali, operatori economici ed organismi di quartiere, nonché delle gestioni e manutenzioni dei centri civici”.
Infine la delega di“assessore alla Formazione” comporta per Umberto Nicolai “l’esercizio delle funzioni nell’area dello sport e dell’istruzione, comprese le gestioni e manutenzioni delle infrastrutture sportive”.
Al sindaco, come già annunciato, resta, secondo il provvedimento di delega, “l’esercizio delle funzioni nell’area delle Grandi Opere, bilancio, aziende, patrimonio, parco della pace. Sono pure riservate alla competenza sindacale le materie che non sono state delegate agli assessori, nonché il coordinamento e la rappresentanza istituzionale, l’uso delle sedi rappresentanza”.
Variati, a questo proposito, ha confermato la volontà di individuare un nuovo assessore al bilancio così come ha assicurato che si avvarrà della delega ai consiglieri comunali per alcune specifiche tematiche.
Iin occasione della prima giunta, sono stati confermati il segretario comunale Antonio Caporrino e il direttore generale Antonio Bortoli e  nominato il nuovo portavoce del sindaco, Nicola Rezzara. A breve sarà presentato l'organigramma della nuova dirigenza.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza