Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

05/04/2013

B55, il polo giovani di Vicenza in Contra Barche, nuovo punto di riferimento per i giovani

B55, il polo giovani della città è uno spazio dedicato in particolare ai cittadini con un'età compresa tra i 15 e i 36anni, che nasce per diventare un vero e proprio punto di riferimento.
L'assessorato alle politiche giovanili del Comune di Vicenza ha deciso di affidare la gestione del polo giovani attraverso una gara che si è aggiudicata La Piccionaia – I Carrara in collaborazione con le associazioni Arci Servizio Civile e Meccano 14 in qualità di co-promotori. La gestione dei locali e delle attività durerà 4 anni e vedrà il coinvolgimento delle associazioni costituite da giovani e che operano nell'universo giovanile, delle scuole della città e dell'università, del mondo del lavoro, delle categorie economiche, delle istituzioni pubbliche e private.
Il nuovo centro sarà un luogo di aggregazione, formazione e relazione, in cui troveranno spazio anche la cittadinanza attiva e la progettazione partecipata: diventerà quindi un contenitore di idee, oltre che un luogo di incontro informale e di promozione dell’agio per i giovani. Tutte queste attività si svolgeranno in spazi adeguatamente attrezzati e con la presenza di personale qualificato.
Il bando di gestione degli spazi del polo giovanile di contrà Barche 55 consentirà a La Piccionaia – I Carrara in collaborazione con le associazioni Arci Servizio Civile e Meccano 14 di gestire gli spazi per 4 anni proponendo corsi e attività che verranno valutate preventivamente dagli uffici comunali. Alcuni corsi avranno l'accesso gratuito, per altri invece è previsto un costo di iscrizione per la copertura delle spese relative al materiale e dei docenti che saranno comunque contenuti. I nuovi gestori si occuperanno anche della concessione delle sale ai soggetti che ne faranno richiesta su pagamento delle tariffe fissate. Al Comune spetta invece coprire le spese delle utenze e non dovrà corrispondere alcuna somma ai gestori, come previsto dal bando. Quest'ultimo infatti ha premiato l'idea di gestione dello spazio.
Punto di partenza per la realizzazione del progetto sviluppato dai gestori saranno i rapporti con ViLab, il tavolo di lavoro permanente sulle Politiche Giovanili, formato da rappresentati del mondo studentesco, dell’associazionismo e della politica cittadina, costituito dall’assessorato all'istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Vicenza per dare ai giovani della città l’opportunità di contribuire alle scelte amministrative.
Altrettanto importante - sia per la modalità operativa, che il polo B55 intende adottare, sia sotto il profilo della programmazione – la fitta rete di partner che si è resa disponibile ad operare in ottica partecipativa per proporre attività rivolte ai giovani: il Servizio Informagiovani di Vicenza, le cooperative Il Mosaico, La Casetta e Cosmo, il Progetto sulla soglia, Arciragazzi, Festambiente, Sunia, Eurocultura, Fondazione Zoé, l’Osservatorio Giovani dell'Economia e delle Professioni di Vicenza ed Opera Estate Festival Veneto.
Una rete che potrà ampliarsi in futuro, con la partecipazione di altre associazioni, agenzie educative ed istituzioni del territorio, il mondo scolastico ed universitario in primis.

La programmazione fino all’estate: libera aggregazione, laboratori, corsi, servizi, attività

Già dal mese di marzo hanno preso il via le proposte caratterizzanti del progetto, con una serie di laboratori che si articoleranno sul lungo periodo.

A Scuola di Teatro, il tempo della scelta è il laboratorio condotto da Ketti Grunchi in collaborazione con Pierangelo Bordignon. Avviato con cadenza settimanale (il venerdì dalle 16.30 alle 18.30) ha già proposto una serie di incontri di approfondimento con alcuni tra i nomi più importanti della scena giovane contemporanea, Marta Cuscunà e Tindaro Granata, mentre altri sono in programma con Sivila Gribaudi e Ilaria Dalle Donne.

La Scuola del Fare, un’idea-contenitore che include proposte laboratoriali diverse con il comune obiettivo di sviluppare competenze pratiche – inaugura a partire da aprile un laboratorio di falegnameria di 20 incontri, condotto da Guglielmo Verneau, e laboratori di piccola sartoria di 6 incontri, condotti da Lara Giuriati, Barbara Nicetto, Irma Tecchio. I laboratori prevedono un contributo per l’acquisto dei materiali di consumo, sono a numero limitato e destinati principalmente a giovani dai 15 ai 25 anni.

In maggio partiranno anche una serie di corsi, tra i quali uno dedicato al Digital Storytelling e condotto da Carlo Presotto - che insegnerà ai ragazzi la costruzione di tracce audio da utilizzare in percorsi teatralizzati, secondo la modalità “silent play” ideata dallo stesso artista vicentino - e uno dedicato al disegno artistico, a cura dell’Informagiovani.

I giovani non saranno solo i destinatari delle attività del B55: sarà affidata a loro la gestione di una serie di servizi che verranno attivati dal polo. A partire da aprile, i giovani di Arciragazzi Vicenza cureranno l’attività “Quando il gatto non c’è i topi ballano”, un servizio di babysitting di qualità, pensato allo scopo di facilitare la partecipazione dei genitori alle iniziative culturali della città (cinema, teatro, incontri).

Sempre da aprile, saranno inoltre attivi su prenotazione due sportelli: uno di consulenza psicologica (a cura di Cooperativa La Casetta, con la dottoressa Emanuela Dall’Igna) ed uno di orientamento alle scelte (a cura di Cooperativa il Mosaico, con il dottor Stefano Panella).

Una Scuola di Musica prenderà avvio da settembre, con corsi base e avanzati di batteria, basso, pianoforte, beatmaking/elettronica, dj e canto corale, condotti da insegnanti professionisti.

Dall'autunno verrà avviata anche la serie di incontri “A scuola di giovani” - dedicata a tutte quelle figure, professionali e non (genitori, educatori, insegnanti, allenatori…) che hanno a che fare tutti i giorni con il mondo giovanile. Altre attività e corsi - fotografia, blogging, giornalismo - potranno infine essere attivati, sulla base della ricerca sulle necessità dei giovani del territorio che sarà condotta dalla stessa Informagiovani.

Infine verrà proposto un progetto ambizioso - in fase di realizzazione - ispirato a buone pratiche già attive sul territorio e riconosciute a livello nazionale: la B55cult Card, una carta a punti culturali riservata a chi ha meno di 25 anni e “consuma” cultura a Vicenza. Una tessera che permetterà ai giovani che acquistano libri, cd o dvd, vanno al cinema, a teatro, alle mostre o ai concerti, prendono in prestito libri in biblioteca e, in generale, partecipano alle iniziative culturali promosse dal Comune di Vicenza e da B55, di accumulare dei punti che regaleranno altra cultura (un biglietto, un abbonamento, un invito ad un evento speciale, un libro, un film…).

A completare la programmazione, oltre ai laboratori, ai corsi ed ai servizi, B55 propone altre libere attività realizzate in collaborazione con i partner: la Piazza del Teatro, una serie di incontri con artisti e società civile (il reading di racconti senza tetto “8 storie 8 lacci di vita” curato dalla redazione vicentina del mensile Scarp de’ tenis e gli incontri con i giovani artisti Matteo Latino e Silvia Gribaudi che si realizzeranno ad aprile) ed il Laboratorio di lettura per donatori di voce (giovani lettori volontari disponibili a donare la loro voce ai degenti dei reparti ospedalieri) già in corso grazie al contributo di Fondazione Zoé.

Sabato 4, 11, 18 e 25 maggio, dalle 15 alle 18, ViLab proporrà la III edizione di Sperimentarti, 4 pomeriggi tematici su politica e cittadinanza, video, teatro, musica e fotografia, secondo la formula peer to peer che già ha riscosso un notevole successo nelle edizioni precedenti. A conclusione, un workshop sul tema “Democrazia come libertà di pensiero: pericoli e vantaggi dei social network oggi” ed una serata di sintesi aperta al pubblico.

Il calendario di tutte le iniziative del polo giovani B55, completo di informazioni dettagliate e dei costi, è disponibile sul sito www.b55.it.

B55, inoltre, sarà aperto ogni martedì dalle 19 alle 23 e ogni venerdì dalle 15 alle 23 per consentire la libera aggregazione di giovani. Al polo giovani, infatti, i ragazzi potranno incontrarsi, giocare, costruire attività e progettare.

Spazi polifunzionali attrezzati
B55 è uno spazio accessibile a tutta la cittadinanza.
Sarà infatti possibile per chiunque (previa prenotazione) prendere in affitto le 3 sale polifunzionali al piano superiore, attrezzate per proiezioni cinematografiche, per prove teatrali e performative in genere, le 4 sale al piano inferiore dedicate alle attività artistiche, culturali e formative in genere (tra cui una sala che sarà a breve insonorizzata ed attrezzata per le prove musicali ed un open space utilizzabile per attività non strutturate e di socializzazione).
Le sale sono disponibili su richiesta tutti i giorni dalle 8 alle 23 a differenti costi orari.
Sale polifunzionali: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18 al costo di 7 euro l'ora, mentre dal lunedì al venerdì, dalle ore 18 alle 23, sabato e festivi al costo di 10 euro l'ora.
Sala meeting dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18 a 10 euro l'ora, mentre sabato e festivi al costo di 15 euro l'ora.
La sala prove musicali, invece, potrà essere utilizzata per un minimo di due ore a 10 euro l'ora.
Per maggiori informazioni l'ufficio del Polo giovanile B55 in contrà Barche 55 è aperto al pubblico su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16. Tel. 0444/526142, www.b55.it, info@b55.it

 

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza