Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

04/01/2013

Trasporto pubblico locale, rivoluzione in vista per il servizio serale: sarà a chiamata

Un servizio di qualità maggiore ad un costo minore, con benefici anche per la qualità dell'aria e riduzione dei disagi per chi abita lungo i percorsi più trafficati. È il futuro prossimo del trasporto pubblico serale di Vicenza, che prevede spostamenti in auto e sarà a chiamata al costo di 2 euro (o utilizzando il proprio abbonamento). È l'obiettivo che si è posto il Comune assieme ad Aim Mobilità pubblicando il bando di gara che scadrà il prossimo 14 gennaio per raccogliere offerte da parte di soggetti cui affidare il nuovo servizio.

L'intenzione è di migliorare il servizio e contemporaneamente diminuire i costi. Attualmente infatti i bus serali viaggiano a vuoto per quasi la metà dei circa 105 mila chilometri all'anno percorsi. Inoltre, con la corsa a chiamata verrà rivoluzionato il concetto stesso del servizio: non sarà più l'utente che deve adeguarsi agli orari di passaggio stabiliti dall'azienda, ma sarà l'azienda ad attivarsi solo quando l'utente ne avrà bisogno. Ancora, mentre oggi, una volta saliti a bordo del bus, si deve rigidamente percorrere il tragitto della rispettiva linea, magari anche con necessità di cambi intermedi, con il nuovo servizio si potrà scendere direttamente in una qualsiasi delle 217 fermate di tutta la rete. Senza contare che il tempo di attesa verrà dimezzato: massimo 20 minuti contro l'attuale frequenza fino a 40 minuti.

Infine anziché muovere 5 bus aziendali lunghi non meno di 10 metri, che producono rumori e vibrazioni moleste nelle ore serali, specie in vie del centro come contrà Motton S. Lorenzo, con il nuovo servizio verranno utilizzati veicoli molto più piccoli e silenziosi, meno inquinanti e anche più confortevoli.

Il servizio serale sarà attivo dalle 20.50 alle 23.30 e dovrà essere richiesto tramite Sms. Se l'utente è abbonato, gli basterà inviare un messaggio con il codice della fermata da cui intende partire. Nel caso invece abbia pre-acquistato il biglietto serale, aggiungerà nel messaggio il relativo numero di serie. L'utente riceverà quindi un messaggio di conferma con indicato il tempo di attesa, che farà anche da ricevuta da esibire all'autista quando si sale a bordo. I biglietti serali potranno essere pre-acquistati al costo di 2 euro anche in due biglietterie automatiche che verranno posizionate in stazione e in piazza Matteotti; oppure con carta di credito o prepagata attraverso la piattaforma Bemoov, cui ci si iscrive solo la prima volta.

L'amministrazione comunale e Aim contano di poter avviare il servizio già a metà febbraio con l'obiettivo, visti i numerosi vantaggi, di aumentare il numero di utenti annui: circa 45.000 nell'ultimo anno, di cui il 90% costituito da abbonati lavoratori e per il resto da pendolari e studenti in arrivo con il treno.

Il bando di gara è pubblicato al link http://www.aimvicenza.it/Fornitori/Avvisi-di-gara/avviso-di-gara-a-procedura-aperta-per-il-subaffidamento-di-servizi-di-trasporto-pubblico-di-linea-a-domanda-debole-da-effettuarsi-attraverso-servizi-di-chiamata.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza