Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

30/11/2012

Ecco il Borsa: nuovo punto d'incontro culturale in città

Inaugurata nei giorni scorsi, con il primo dei concerti degli studenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio, va ora a prender forma compiuta la programmazione culturale nata dalla collaborazione tra il Comune di Vicenza (in particolare gli assessorati alla cultura e al turismo) e il Bar Borsa, storico locale cittadino al pianterreno della Basilica Palladiana. Nei prossimi mesi, infatti, nello spazio che fino a qualche tempo fa era chiamato semplicemente “Ex Iana Bimbi”, saranno ospitati piccoli eventi di musica e di spettacolo, ma anche incontri, presentazioni di libri, reading, happening ed esposizioni di vario genere. L’utilizzo dello spazio, che lo scorso settembre è stato concesso in uso alla società Groove srl attraverso un’apposita convenzione con il Comune di Vicenza, ora è stato infatti ulteriormente definito attraverso un accordo più specifico con l’assessorato alla Cultura, a partire dall’allestimento di un infopoint, sia con materiale cartaceo che con possibilità di interazione online.

“È un'operazione che si inserisce efficacemente nel filone su cui stiamo lavorando da tempo della valorizzazione del patrimonio di bellezza, d’arte e di cultura di Vicenza – dichiara l’assessore alla cultura Francesca Lazzari -. Segno di una vitalità, che a partire dal centro storico, ha positivamente contagiato anche luoghi differenti rispetto a quelli tradizionalmente deputati alle performings arts e alla cultura, con modalità di fruizione nuove. La convenzione con il Bar Borsa risponde benissimo a questa logica, con proposte interessanti, originali, e capaci di raccontare - grazie anche all’infopoint dedicato e alle vetrine tematiche - come lo straordinario tessuto palladiano sia ricco di nuove proposte culturali che puntano a trasformare sempre più Vicenza e il suo territorio in una meta che merita di essere esplorata”.

Il Borsa si avvia dunque a diventare un vero e proprio punto di riferimento anche per la promozione degli eventi presentati dalle diverse realtà che in città si occupano di cultura e spettacolo e che, come tali, agiscono in coordinamento con l'assessorato alla cultura. Come si accennava, è stato infatti posizionato un desk con materiale cartaceo, dove a breve, saranno installati dei tablet a disposizione dei turisti e dei cittadini, oltre alla rete wireless gratuita già attiva in loco. In un paio di  vetrine saranno proiettati e quindi visibili dall’esterno, sia per i vicentini che per i turisti di passaggio, i programmi culturali più interessanti della città. Altra novità è la realizzazione, sia nelle vetrine che all’interno del locale, di spazi espositivi: allestimenti artistici ideati ad hoc o con un rimando ideale ad altre mostre, come quelle di design previste a Casa Cogollo "del Palladio" o quelle di pittura e fotografia ad "AB23", o come le fotografie dell’artista Giuliano Francesconi, le cui  opere sono da qualche giorno, in concomitanza con la personale alla Biblioteca La Vigna, esposte proprio in un paio di vetrine del Borsa.

L’intento di questa collaborazione tra il Comune e i gestori del locale è di renderlo non solo un punto informativo, ma un vero e proprio spazio performativo. Il palco allestito all’interno del locale, dotato di pianoforte mezzacoda e di tutta la strumentazione tecnica di base, permetterà di ospitare una pluralità di iniziative. Importante in questo senso la mini rassegna “Le Jam del martedì” serie di concerti, in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Pedrollo”, che dallo scorso martedì, e per i tre martedì successivi, ha visto e vedrà protagonisti gli studenti del Dipartimento Jazz che seguono i corsi tenuti da musicisti noti nel panorama jazz nazionale come i docenti Mauro Beggio, Paolo Birro, Sandro Gibellini, Salvatore Maiore e Pietro Tonolo. Il prossimo appuntamento sarà martedì 4 dicembre con il trio formato da Giovanni Turri (piano), Marco Palmieri (contrabbasso) e Andrea Oboe (batteria), seguito da jam session. Con il procedere delle settimane, il programma, non ancora completo, si sta  rivelando sempre più ricco. Fra le altre cose, si segnalano un’esposizione tutta dedicata a David Bowie, un percorso fatto di immagini e dischi rari che ricorda questo personaggio (dal 6 dicembre), quindi il concerto del trio del giovane pianista-rivelazione Zanisi (giovedì 17 gennaio), un reading tributo a Woody Allen a cura di Theama Teatro (giovedì 10 gennaio), senza dimenticare i dj set del “Suono Fritto” tutti i mercoledì sera. A partire dal mese di febbraio altri appuntamenti confermati con la  musica, in particolare con il jazz, saranno quelli con The Cedar Walton Trio with Piero Odorici (7 febbraio), Pysz-Sirkis-Goloubev Trio (19) e Eyot (28).
L'ingresso agli eventi è sempre libero.

Informazioni: www.barborsa.com

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza