Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

18/05/2012

Mense scolastiche, gara con base d’asta più bassa per contenere il costo del buono pasto senza ridurre la qualita' del servizio

L’amministrazione conferma il forte impegno a mantenere inalterate le tariffe della mensa scolastica anche per il prossimo anno, senza ridurre la qualità del servizio. Confermato, inoltre, l’aiuto alle famiglie con i redditi più bassi e il rigoroso controllo delle domande per indirizzare le risorse comunali verso chi ha davvero bisogno.

Nei giorni scorsi è stato pubblicato il nuovo bando di gara per il servizio di refezione scolastica che è stato costruito sulla base delle indicazioni del tavolo tecnico composto da Comune, Ulss, dirigenti scolastici e rappresentanti dei docenti e dei genitori.

In particolare, il nuovo bando favorisce la concorrenza e la partecipazione di ditte anche piccole, con la suddivisione dell’appalto in più lotti.

Quanto al tipo di servizio da proporre ai bambini,  ogni consiglio d’istituto potrà scegliere, per le classi a tempo ordinario (ex modulo), di organizzare il pasto in modo diverso dalla mensa tradizionale.

In riferimento al menù, il gruppo di lavoro ha ribadito la preferenza per il “piatto forte” come sistema alimentare ed educativo più corretto e bilanciato, anche sulla base delle indicazioni dell’Ulss 6 e del Ministero che segnalano il 30% di bambini veneti obesi in età scolare.

Per i bambini che non gradiscono il “piatto forte” del giorno, in ogni caso, sono state previste porzioni sostitutive con pasta o riso in bianco, mentre sarà concordata con le aziende l’eventuale sostituzione dei piatti che risulteranno non graditi.

La nuova base d’asta, infine, è stata abbassata a 4 euro e 25 più IVA a pasto, con l’obiettivo di riuscire a contenere il costo finale del buono, mantenendo inalterata la qualità del servizio. Quest’anno il costo per pasto ammonta a 4,93 euro, di cui 4,50 euro a carico delle famiglie e la differenza coperta dal Comune.

Il bando di gara è pubblicato nella sezione Appalti, bandi, concorsi – Gare per servizi. Le domande vanno presentate entro il 13 giugno.

L’amministrazione comunale ha inoltre confermato  per il prossimo anno scolastico l’introduzione delle agevolazioni per gli utenti con redditi bassi, fissando in 5.622,20 euro e in 9.838,85 euro le fasce ISEE per le quali scattano le riduzioni. Ora pagano ogni pasto 0,80 centesimi i 980 utenti che appartengono alla prima fascia e 2 euro le 747 famiglie che rientrano nella seconda, su circa 8.000 alunni che, dalle materne alle scuole medie, accedono alle mense cittadine.

La domanda di agevolazione per il servizio mensa per il prossimo anno scolastico si effettuerà on line, grazie a una procedura che sarà attiva fra qualche settimana. Il sistema, tra l’altro, consentirà di migliorare e rendere più tempestivo il controllo sulla veridicità dei requisiti dichiarati da chi chiede l’aiuto.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza