Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

13/04/2012

I consulenti del lavoro a disposizione di chi ha perso l'occupazione: al via il servizio gratuito offerto dall’ordine professionale in collaborazione con il Comune

Una nuova opportunità a Vicenza per chi ha perso il lavoro a causa della crisi economica: il 26 aprile in contrà Busato 19, sede del settore politiche dello sviluppo del Comune, aprirà uno sportello di orientamento, dove un consulente del lavoro, su appuntamento e con cadenza quindicinale, metterà volontariamente a disposizione la propria professionalità per agevolare la conoscenza del mercato e indicare gli strumenti utili all’inserimento lavorativo.

L’iniziativa è il frutto di una convenzione firmata dal Comune, dall’Ordine e dalla Fondazione consulenti per il lavoro, sulla scia peraltro della collaborazione a favore della cittadinanza già avviata in occasione dell’alluvione del novembre 2010.

La convenzione è nata con l’obiettivo di potenziare il “Patto sociale per il lavoro vicentino”, il progetto promosso dalla Provincia, finanziato dalla Fondazione Cariverona e al quale partecipa il Comune di Vicenza allo scopo di aiutare chi ha perso l’occupazione.

Si tratta di un’azione concreta in favore sia dei disoccupati e degli inoccupati, ma anche delle imprese che a volte non trovano i profili professionali che cercano. Nel dettaglio i consulenti risponderanno alle domande sui vari tipi di contratti esistenti, aiuteranno a redigere i curricula e inseriranno i profili nella banca dati consultata da tutti  gli iscritti all’ordine. Verranno inoltre fornite indicazioni sui settori in cui ci sono più opportunità.

Comune, Ordine e Fondazione consulenti per il lavoro sono poi d’accordo nel ritenere necessario una alleggerimento dei costi che gravano sulle aziende per consentire loro di liberare risorse da investire in ricerca e in nuove assunzioni con salari dignitosi, che consentano ad esempio ad un giovane di svincolarsi dalla propria famiglia di origine.

Nel dettaglio la convenzione prevede che fino a tutto il 2012, a fronte dell’esperienza messa in campo in forma gratuita dai consulenti del lavoro, il Comune metta a disposizione dei professionisti un ufficio nella sede dell’assessorato allo sviluppo economico e il servizio di prenotazione degli appuntamenti al numero 0444 221967, che verrà attivato nei prossimi giorni all’assessorato allo sviluppo economico.

Da quando ha avviato l’attività per il patto sociale per il lavoro (aprile 2011), il Comune ha finora raccolto 750 domande, soprattutto da parte di uomini fra gli stranieri e di donne fra gli italiani, con un’età media pari a 40 anni. Fra le donne, inoltre, lo sportello rileva che il problema è la scarsa professionalizzazione per le straniere, mentre sempre più sono le italiane che arrivano dal mondo orafo e dagli studi professionali dove avevano impiego come segretarie e assistenti.

I tirocini di sostegno al reddito attivati dal Comune sono stati 72 tra uffici comunali, di Aim e Acque Vicentine, e, in attesa di un eventuale nuovo finanziamento del progetto da parte della Fondazione Cariverona, con la cifra rimanente del primo contributo è previsto l’inserimento di circa altri venti tirocinanti.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza