Città di Vicenza

10/02/2012

Emergenza freddo: si puo' riscaldare la casa per 16 ore

Emergenza freddo: valutato l’evolversi delle condizioni meteorologiche che per Vicenza prevedono l’abbassarsi della temperatura notturna fino a –10 gradi, la giunta comunale delibera di ampliare di 2 ore il tempo che la legge fissa per il funzionamento degli impianti di riscaldamento delle abitazioni.

Fino a lunedì 13 febbraio i cittadini potranno quindi tenere il riscaldamento acceso per un massimo di 16 anziché 14 ore. Se il freddo non cala, il provvedimento sarà esteso fino a lunedì 20 febbraio.

 

La temperatura da tenere in casa per legge non deve superare i 20 gradi (con tolleranza di 2 gradi), tuttavia da tempo l’amministrazione comunale ha invitato i cittadini a programmare il termostato a 19 gradi per contribuire a ridurre l’inquinamento atmosferico.