Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

16/12/2011

Urbanistica, arrivate in Comune 57 proposte per accordi pubblico-privato: fissati i criteri per la valutazione, con un occhio di riguardo alla sostenibilita' ambientale

Sono 57 le proposte presentate in Comune entro il 31 ottobre scorso da privati interessati a trovare un accordo con il Comune per la realizzazione di progetti di rilevante interesse pubblico da inserire nel piano degli interventi per la trasformazione urbanistica del territorio.

La giunta ha approvato la delibera che fissa i criteri di valutazione delle proposte dei privati e, al fine di stabilire la congruità perequativa e la compatibilità economica per il proponente di ciascun progetto, approva le linee guida tecniche predisposte da una società esterna incaricata dal Comune.

Nelle prossime settimane quindi verrà effettuata la valutazione delle proposte e verranno assegnati dei punteggi in relazione alla localizzazione, alla dimensione, alle funzioni e alla sostenibilità.

Alla fine ciascuna proposta sarà classificata secondo tre livelli di “rilevanza urbana”: discreta, significativa o elevata, cui corrisponderà un valore perequativo a favore del Comune, rispettivamente, del 50, del 40 o del 30%. Tradotto, significa che quanto più alto sarà il livello del rilevante interesse pubblico delle proposte che il privato intende realizzare, tanto minore risulterà la perequazione, cioè quello che il Comune riterrà congruo per procedere all'inserimento nel piano degli interventi variando le attuali previsioni urbanistiche.

La perequazione non incide sui conti imprenditoriali delle operazioni proposte dai privati, ma sul valore aggiunto che si forma grazie all'inserimento della proposta nello strumento urbanistico variando la destinazione di zona, aumentando gli indici di edificazione o consentendo destinazioni prima non previste.

Da un primo screening, delle 57 proposte arrivate in Comune, circa una trentina potrebbero ottenere il "semaforo verde" per l'inserimento nel piano degli interventi. Tra queste i preaccordi indicati nel Pat e ora ripresentati: dal nuovo stadio all’area ex Zambon, dal nuovo centro civico comunale all’ex Domenichelli alla riqualificazione di aree come Vicenza Est e Vicenza Ovest.

Le altre proposte invece non verranno prese in considerazione o perché prive di rilevante interesse pubblico o perché comunque inseribili nello strumento urbanistico senza il ricorso all'articolo 6 della legge regionale oppure perché non compatibili con il Pat e quindi non ammissibili.

Le proposte analizzate e classificate verranno quindi sottoposte prima alla commissione consiliare Territorio e poi al consiglio comunale.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza