Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

14/10/2011

Rifiuti, entro ottobre raccolta della plastica anche nell'area monumentale del centro storico

La raccolta differenziata della plastica arriva al cuore del centro storico. Entro ottobre partirà il servizio quotidiano di raccolta degli imballaggi in plastica prodotti dagli esercizi commerciali, e verrà implementata la raccolta della plastica e delle lattine per le utenze domestiche con ritiro porta a porta una volta alla settimana.

Nel dettaglio, le utenze domestiche dovranno porre il materiale in strada, di fronte all’ingresso dell’abitazione, il giovedì, tra le 20 e le 24, in sacchetti di plastica trasparente e azzurra da 80-100 litri. Nel sacco possono essere conferiti tutti gli imballaggi in plastica e metallo di origine domestica. Ad esempio, tutti i tipi di bottiglie per acqua e bibite, flaconi e barattoli per alimenti e dei prodotti per la pulizia della casa, della persona, dei cosmetici; confezioni rigide o flessibili per alimenti in genere e per dolciumi, sacchi, sacchetti, scatole e buste per capi di abbigliamento, pellicole, gusci e barre in polistirolo espanso per imballaggio, cassette e reti per prodotti ortofrutticoli ed alimentari in genere.

Le utenze commerciali dovranno depositare il materiale in strada, davanti al proprio civico, la sera, alla chiusura dell’esercizio, tra le 20 e le 24, in sacchetti in plastica trasparente da 80-110 litri, chiusi. Per favorire la separazione corretta rispetto agli altri rifiuti residuali e alla stessa plastica, ogni sei mesi Aim Valore Ambiente fornirà gratuitamente agli esercizi commerciali 25 sacchi in plastica colorati e riportanti le tipologie di materiali ammessi (la quantità effettiva verrà adeguata in relazione alla tipologia di utenza e alla produzione stimabile). Nel sacco possono essere conferiti, ad esempio, il film d’imballaggio in polietilene (con esclusione degli shopper e degli imballaggi secondari per bottiglie di acqua minerale/bibite o analoghi, ma comunque di dimensione non superiore al formato A3); gli imballaggi in polistirolo espanso (con esclusione delle vaschette per alimenti, imballi di piccoli elettrodomestici); reggette, big-bag e pallet di plastica. Non possono invece essere conferiti, se non in quantità modeste, gli imballaggi in plastica e metallo di natura domestica.

Sia le utenze domestiche che commerciali non dovranno assolutamente conferire manufatti in plastica, rifiuti ospedalieri (siringhe e contenitori per liquidi fisiologici), beni durevoli in plastica (elettrodomestici, casalinghi e complementi d’arredo), giocattoli, piatti, bicchieri e posate in plastica, barattoli e sacchetti per colle, vernici e solventi, sacchi per materiale edile.

Oltre alla comunicazione attraverso i media e ad un incontro pubblico, l’estensione della raccolta differenziata della plastica in centro storico verrà anticipata da una lettera dell’amministrazione e da un depliant informativo. Le utenze commerciali saranno invece contattate ciascuna attraverso le associazioni di categoria, che raccoglieranno, con l’occasione, consigli e suggerimenti per migliorare il servizio.

Le sanzioni. La nuova ordinanza sindacale sui rifiuti urbani prevede che chi non li differenzia correttamente è passibile di una sanzione di 75 euro; chi li abbandona fuori dai cassonetti di 100 euro; e chi li porta a Vicenza da fuori città di 150 euro.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza