Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

13/05/2011

Notte dei musei: sabato 14 maggio musei aperti ad ingresso gratuito e spettacolo di ginnastica ritmica al palasport proiettato su maxischermo in piazza dei Signori

Cultura, sport, storia, arte e musica: questi gli ingredienti della Notte dei musei, giunta alla settima edizione e a cui anche quest’anno Vicenza aderisce.
Sabato 14 maggio dalle 21 fino alle 24 rimarranno aperte le porte dei Musei Civici (Pinacoteca di Palazzo Chiericati, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Museo Naturalistico Archeologico), del Museo diocesano, di Palazzo Leoni Montanari e del museo Storico Naturalistico del Seminario vescovile di Vicenza.
Oltre alle numerose iniziative proposte nelle varie sedi museali, quest’anno si potrà assistere anche ad un evento che coniuga sport e storia. Infatti l’associazione Vicenza Ginnastica con il comitato “Vicenza-Italia 150°” e grazie alla collaborazione dell’assessorato allo sport del Comune organizzano “L’Italia in pedana”, inserito all’interno del calendario per le celebrazioni del 150° anniversario dell’unità d’Italia e patrocinato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Regione Veneto e dalla Provincia di Vicenza.
L’evento vedrà protagoniste settecento fra bambine, ragazze e giovani donne, di età compresa fra i 4 e i 20 anni, che si esibiranno in due spettacoli di ginnastica ritmica il 14 maggio al palasport di Vicenza, in via Goldoni: duecento saranno le bambine, di 4 e 5 anni, impegnate nello spettacolo pomeridiano, che inizierà alle 15.45; alla sera, con inizio alle 20.45, si esibiranno le altre cinquecento atlete, che saranno protagoniste di uno spettacolo in forma di viaggio che verrà proiettato su maxischermo in piazza dei Signori (Loggia del Capitaniato, anche in caso di pioggia) per rendere partecipi dell’evento anche tutti coloro che non riusciranno a prendere posto al palazzetto, dove gli ingressi vengono assegnati solamente su invito.
Ispirato alla Divina Commedia, si tratta di un itinerario fantastico, affidato all’autore-protagonista del poema medioevale, Dante Alighieri, e alla sua guida Beatrice, interpretati da Enrico Minchella e Anna Simeone. Assieme a questi due personaggi, lungo un succedersi di quadri coreografici, si va a scoprire l’Italia toccando temi squisitamente nazionalpopolari come la poesia, la cucina, le tradizioni popolari, le città, la musica, il folclore, l’arte, i motori, l’arte.
Fondamentale apporto scenografico sarà garantito da alcune decine di strisce bianche, rosse e verdi, decorate dagli studenti e già utilizzate durante l’esibizione in piazza dei Signori il 18 marzo in occasione dell’esposizione della grande bandiera tricolore: verrà riprodotta, infatti, la stessa coreografia ideata per quell’evento.
L’associazione Vicenza Ginnastica con “L’Italia in pedana” ha accolto l’appello del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rivolto al mondo del volontariato e dello sport per il 150° dell’unità nazionale: “Essere testimoni dell’Italia migliore”. Nel cast figura la squadra agonistica della società, composta da Paola Bassi, Eleonora Caputo, Elisa Matera, Giulia Menegollo, Natascia Radonic, Silvia Zanotto.
La Notte dei musei vede, come di consueto, principali protagoniste le sedi museali vicentine che, insieme ad altri 3.000 musei sparsi in tutta Europa, si mostreranno in una inconsueta veste serale offrendo numerosi eventi.
L’iniziativa, promossa in Francia dal Ministero della cultura e comunicazione francese, prevede l’apertura gratuita dei musei in orario serale in una serata di primavera. Battezzata qualche anno fa “Nuit des musées”, la manifestazione si propone di invitare un più vasto pubblico, soprattutto giovane, a scoprire le collezioni dei musei del territorio e di creare un’occasione di coinvolgimento a livello europeo: una Notte multi-nazionale e multi-generazionale. La festa ha il sostegno oltre che del Consiglio d’Europa, anche dell’Unesco (che ne ha dato il patronato per la seconda volta), dell’ONU e dell’ICOM (Consiglio Internazionale dei Musei).
 

Queste le iniziative in programma:

Pinacoteca di Palazzo Chiericati (piazza Matteotti)
La Pinacoteca rimarrà aperta gratuitamente dalle 21 alle 24 e proporrà visite guidate gratuite (su percorsi limitati per lavori in corso in sede) a cura di “Italia nostra” – sezione di Vicenza per gruppi di massimo di 20 persone. 
Informazioni: 0444 222811 www.museicivicivicenza.it

Teatro Olimpico (piazza Matteotti)
Al Teatro Olimpico, nella Loggetta del Giardino, nell’ambito di New Conversations-Vicenza Jazz, si esibirà alle 23 il Tin Pan Alley Trio con il sax di Nicola Fazzini, il basso di Lorenzo Conte e la batteria di Luca Colussi. L’ingresso è gratuito. In caso di pioggia il concerto si terrà sotto i portici di Palazzo Chiericati.
Informazioni: 0444 222811 www.museicivicivicenza.it

Museo del Risorgimento e della Resistenza (viale X Giugno 115)
Il Museo di Villa Guiccioli dedica un omaggio al 150° dell’Unità d’Italia con lo spettacolo teatrale Città sulle barricate” (ore 21, Auditorium del museo), una rappresentazione coprodotta dal Museo e dall’Associazione culturale Mondonovo con la ricerca scientifica di Daniele Ceschin. Partendo dall’esperienza della costruzione delle barricate, uno dei simboli del periodo risorgimentale, lo spettacolo ricorda nel sacrificio della città quegli uomini e quelle donne che hanno vissuto sulle barricate il Quarantotto vicentino. Sulla scena vengono portati episodi della storia di Vicenza, in modo particolare i momenti precedenti la battaglia del 10 giugno 1848 dove vicende di uomini comuni uniti da passioni e ideali di libertà sacrificano la vita e gli affetti per la difesa della città, per il desiderio di libertà, di rinnovamento e di indipendenza. Le barricate diventano il luogo simbolo della costruzione di una nuova coscienza e di una nuova identità cittadina. Parco e Museo saranno dunque l’incantevole cornice per la narrazione, proprio sul colle Ambellicopoli, teatro dell’eroica resistenza dei patrioti vicentini, dell’episodio risorgimentale più importante nella storia della nostra città.
Informazioni: 0444222820, www.museicivicivicenza.it, www.mondonovo.it

Museo Naturalistico Archeologico (contrà Santa Corona 4)
Il Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza, in collaborazione con la Cooperativa Biosphaera e la Cooperativa I Berici, ricorda Paolo Lioy attraverso una rievocazione moderna di una spedizione scientifica, già condotta dal naturalista vicentino sui Lessini vicentini e veronesi nel settembre 1879. In quell’occasione il gruppo, composto da Paolo Lioy, da Scipione Cainer del CAI di Vicenza, dal geologo palermitano Antonio De Gregorio e dalla guida alpina di Montecchio Maggiore Giovanni Meneguzzo, era partito da San Giovanni Ilarione per giungere dopo quattro giorni a Verona. Dalla spedizione erano emerse importanti informazioni sulla geologia, sugli aspetti naturalistici del territorio e sui costumi della gente della montagna veneta di fine Ottocento. Dalle loro descrizioni ha preso spunto il progetto per ripercorrere l’escursione attraverso due modalità: un’escursione scientifica e un trekking turistico. Sabato alle 21.30 al Museo Naturalistico e archeologico si terrà la conferenza dal titolo “Asini e scienziati” per presentare l’escursione scientifica, in programma dal 2 al 6 settembre 2011, che sarà diretta da un team di collaboratori scientifici (paleontologo, geomorfologo entomologo, botanico, faunista) accompagnati, come Paolo Lioy, da due asini, e ripercorrerà il tracciato della spedizione del 1879 per raccogliere informazioni e materiale di studio sul territorio. La spedizione sarà seguita da una equipe giornalistica che documenterà le attività attraverso filmati, foto e la redazione di un diario. Il materiale raccolto entrerà a far parte di una nuova collezione del Museo e sarà un ottimo spunto per attività didattiche rivolte ai giovani della Provincia. I filmati e il resoconto scritto saranno proposti alla città in eventi e serate divulgative di restituzione alla cittadinanza.
Lo stesso percorso sarà riproposto in collaborazione con la sezione vicentina del CAI sottoforma di trekking turistico ai cittadini e ai turisti.
Al progetto hanno dato il loro patrocinio il Museo di Storia naturale di Verona e la Rete museale dell’Altovicentino. La supervisione scientifica dell’iniziativa è affidata al conservatore del Museo Antonio Dal Lago.
Informazioni: 0444 222815, www.museicivicivicenza.it

Gallerie di Palazzo Leoni Montanari (contrà S. Corona 25)
Nel centro storico un percorso alla scoperta di un personaggio “prerisorgimentale” catturerà il pubblico di bambini e famiglie con la “Storia intricata e intrigante di un nobile collezionista ‘archeologo’ dell’Ottocento, Girolamo Egidio di Velo”. Alle 21, alle 21.30 e alle 22.30 da Piazzetta Santo Stefano, dove nacque il nobile vicentino, partirà un percorso guidato con racconti e giochi che si snoderà fra le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, residenza del collezionista, e il vicino Museo Naturalistico e Archeologico di Santa Corona dove sono esposte le statue che di Velo trovò nei suoi scavi romani. Il percorso è a cura delle sezioni didattiche delle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari (Donata Ariot, Agata Keran e Daniela Cariolaro) e del Museo Naturalistico Archeologico (Miriam Cola, Chiara Franceschini e Elena Marzola) in collaborazione con Gioconda Rilievo e con le cooperative Biosphaera e I Berici.
Le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari proporranno anche visite guidate alle collezioni permanenti di icone russe e ai dipinti veneziani di Pietro Longhi al formarsi dei gruppi.
Al piano terra sarà visitabile la mostra “Collezione 7 x 11, La poesia degli artisti”, un percorso fra opere in piccolo formato (7 per 11 centimetri) di artisti contemporanei che si accompagnano a poesie di tutti i tempi scelte dagli artisti stessi, a cura di Marco Fazzini.
Due i concerti ad ingresso libero saranno proposti nell’ambito di New Conversations-Vicenza Jazz: alle 18,“Aspettando la Notte dei Musei”, le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari ospiteranno Enrico Intra (pianoforte), con Giulio Visibelli (sax) e Pino Nava (fotografo); alle 23 si esibirà nel cortile interno del palazzo il gruppo Annecy Young Jazz Ensemble un quintetto di giovani studenti del Conservatoire à rayonnement régional de l'agglomération d'Annecy et des Pays de Savie.

Un altro appuntamento alla scoperta del Risorgimento a Vicenza sarà proposto in occasione della mostra Museo in Banca Vicenza e il Risorgimento. Il Coraggio di una città” nelle vetrine della Cassa di Risparmio del Veneto di contrà del Monte. Alle 21, 22 e 23 da contrà del Monte, angolo Corso Palladio, partirà una passeggiata ideata da Floriana Donati e condotta da ragazzi delle scuole superiori alla scoperta di luoghi del centro storico legati al Risorgimento. Punto di arrivo e di partenza saranno le vetrine di contrà del Monte con l’esposizione di quindici documenti del Museo del Risorgimento di Villa Guiccioli e l’animazione di quattro quadri del museo stesso fatti “vivere” con tecnologie digitali.
Informazioni: 800.578875 www.palazzomontanari.com

Museo diocesano (piazza Duomo 12)
Nel corso dell’apertura gratuita il museo diocesano proporrà ogni mezz’ora “Tesori lontani: le raccolte etnografiche”, visite guidate alle sale che espongono i pezzi di quelle raccolte (ingresso  4 euro).
Informazioni: 0444226400  www.museodiocesanovicenza.it

Museo Storico Naturalistico del Seminario Vescovile
In occasione della Notte, al Museo storico naturalistico del Seminario vescovile di Borgo Santa Lucia sarà possibile visitare le collezioni scientifiche dopo il recente riallestimento e schedatura delle collezioni, coordinate da Antonio Dal Lago. Del Museo sono accessibili le quattro sale, una volta adibite a laboratori scolastici, inizio dell’attuale museo recentemente ampliato e rimodernato negli impianti per l’apertura al pubblico. I documenti esposti sono in parte frutto di acquisti fatti nel corso degli anni ed in parte frutto di varie donazioni: si tratta di raccolte di minerali (molti della provincia di Vicenza), rocce, marmi, fossili, reperti del Lago di Fimon e di altri luoghi. Si potranno inoltre ammirare i fossili con le collezioni dei pesci e delle flore di Bolca, la collezione di insetti dell’abate Francesco Disconzi, quelle di erbari, di botanica, ornitologica e di antica farmacia. In visione tra le altre cose anche la raccolta di libri di carattere scientifico che vanno dal ‘700 al secolo attuale.
Informazioni: 0444.501177

La Notte dei musei coincide anche con l’ultima serata della sedicesima edizione di New Conversations-Vicenza Jazz. La rassegna musicale prevede non solo i concerti che si svolgono nelle sedi coinvolte nella Notte (Teatro Olimpico, Loggetta del Giardino, Tin Pan Alley ore 23; Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, Enrico Intra (pianoforte), con Giulio Visibelli (sax) e Pino Nava (fotografo) ore 18 e nel cortile del palazzo quintetto di giovani musicisti provenienti da Annecy ore 23). Infatti il 14 maggio andranno in scena al Teatro Olimpico il trombettista Paolo Fresu insieme a Daniele di Bonaventura e al Coro A Filetta per un concerto i cui posti sono già esauriti da tempo (è attiva una lista d’attesa per eventuali biglietti restituiti la sera del concerto). Alle 22, invece, al Panic Jazz Caffè Trivellato (chiostri di Santa Corona) si esibirà la formazione Dajaloo.
Tutti gli altri appuntamenti di Vicenza Jazz in programma il 14 maggio si possono trovare consultando il sito www.vicenzajazz.org.

Gli appuntamenti della Notte dei musei in programma a Vicenza sono inseriti nel sito nazionale www.lanottedeimusei.it.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza