Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

23/03/2011

New Conversations Vicenza Jazz, la XVI Edizione “New York New York” dal 6 al 14 maggio

Il programma della nuova edizione del festival New Conversations – Vicenza Jazz, la sedicesima, che si terrà dal 6 al 14 maggio (con un prologo il 2 maggio), conferma l’originalità ideativa di uno dei festival più prestigiosi del panorama nazionale. Nel cartellone delle New Conversations vicentine nomi storici della musica afro-americana trovano spazio al fianco delle istanze più attuali della musica improvvisata, le proposte d’alto profilo culturale convivono con quelle di ampio richiamo popolare, in una kermesse che in una decina di giorni offrirà un numero sorprendentemente elevato di concerti (il programma completo è ancora in via di definizione, ma quello della scorsa edizione superò il centinaio di spettacoli). Un tale numero di eventi coinvolgerà la città nella sua interezza, dalle sedi teatrali ufficiali (lo splendido Teatro Olimpico del Palladio, il Teatro Comunale e il Teatro Astra) alle piazze e le vie del centro, i palazzi storici, le chiese, il Conservatorio “Pedrollo”, i locali notturni. Il festival New Conversations – Vicenza Jazz 2011 è allestito dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza, di concerto con Aim Vicenza, con Trivellato Mercedes Benz e con l’associazione Panic Jazz Club, con il contributo della Regione Veneto e del Ministero per i beni e le attività culturali, oltre che con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Confcommercio Vicenza, Confindustria Vicenza e molti altri sponsor.

Il programma del festival è stato presentato questa mattina a Palazzo Trissino dall’assessore alla cultura Francesca Lazzari, da Marino Quaresimin, presidente di Valore Città, in rappresentanza di Aim, dal direttore artistico Riccardo Brazzale, dal main sponsor Luca Trivellato e da Luca Berton per il Panic Jazz Club.

Ancora una volta le scelte di programma del direttore artistico Riccardo Brazzale si distinguono per la capacità di ideare produzioni originali di grande impatto (come l’incontro tra la stupefacente virtuosa del pianoforte Hiromi Uehara e l’Orchestra del Teatro Olimpico nel segno delle musiche di Gershwin: 11 maggio), di riportare in Italia artisti di spicco da tempo assenti dalle nostre scene (è il caso del sassofonista Steve Coleman: 9 maggio) o progetti che hanno segnato la storia del jazz moderno (il “Mahler Re-visited” proposto dall’Ensemble del pianista Uri Caine: 8 maggio). A dare splendore al programma contribuiranno numerosi altri nomi di punta della scena internazionale, come i trombettisti Arturo Sandoval (con Chico Freeman: 10 maggio) e Paolo Fresu (con Daniele di Bonaventura e il coro A Filetta: 14 maggio). Assai rilevante sarà poi la presenza di artisti trasversali, capaci di attrarre ampie fasce di pubblico non solo jazzistico: Roy Paci (7 maggio) e Vinicio Capossela (prologo del 2 maggio).

Numerose sono le traiettorie culturali e i percorsi musicali di Vicenza Jazz 2011, a partire dal tema principale che dà titolo a questa sedicesima edizione del festival: New York New York, ovvero lo stato delle cose del jazz statunitense. La rotta newyorkese del festival sarà ampiamente esplorata nel programma di concerti che il Panic Jazz Café Trivellato proporrà nello spazio del Teatro Astra; ma testimoni d’eccezione della newyorkesità jazzistica saranno Uri Caine e Steve Coleman, nonché la giapponese Hiromi Uehara impegnata in un omaggio a George Gershwin, il musicista di New York che più di ogni altro ha saldato in maniera intensa e duratura la musica colta e quella popolare, incluso l’allora nascente jazz, dal quale trasse ampia ispirazione e sul quale esercitò una indelebile influenza con la sua produzione di canzoni.

Oltre che nel concerto gershwiniano di Hiromi, il rapporto del jazz con la musica colta troverà due altre importanti realizzazioni concertistiche nell’ambito di Vicenza Jazz: nel già citato omaggio di Uri Caine a Gustav Mahler (del quale nel 2011 cade il centenario della morte) e negli Omaggi a Nino Rota (del quale invece nel 2011 ricorre il centenario della nascita) proposti dal trombonista Gianluca Petrella con l’I-Jazz Ensemble 2011 e dall’Orchestra del Teatro Olimpico diretta da Giancarlo De Lorenzo e con Roberto Rossi al trombone (6 maggio).

A fianco dell’ampia rappresentanza del jazz statunitense, Vicenza Jazz offrirà come sua abitudine un ampio e significativo spaccato del jazz italiano, con la presenza di artisti del livello del sassofonista Rosario Giuliani e il pianista Dado Moroni (con il vibrafono di Joe Locke: 9 maggio), la cantante Maria Pia De Vito (12 maggio), lo specialista dell’elettronica Martux_m con il progetto davisiano “About A Silent Way” (13 maggio), oltre ai già citati Paolo Fresu e Gianluca Petrella (con Giovanni Guidi).

Sarà come sempre altisonante anche la programmazione che Luca Berton del Panic Jazz Club di Marostica sta preparando per le serate al Teatro Astra, che si trasformerà in “Panic Jazz Café Trivellato”, il jazz club after hours del festival. I nomi sin qui annunciati (ma altri se ne aggiungeranno) sono tali da suscitare una grande attesa: Christian McBride, Ambrose Akinmusire, Rudresh Mahanthappa, Julian Lage, Rachel Z, Omar HakimJoe La Barbera.

Proprio oggi iniziano le prevendite alla Biglietteria del Teatro Comunale (viale Mazzini, 39, 0444324442,  biglietteria@tcvi.it ) aperta dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30 e il martedì, giovedì e sabato dalle 11 alle 13.30. Inoltre è possibile acquistare i biglietti on line nel sito www.tcvi.it o presso gli sportelli della Banca Popolare di Vicenza.
Tutte le informazioni sul programma, eventuali aggiornamenti, ma anche le notizie sulle edizioni passate si possono trovare nel sito www.vicenzajazz.org. Informazioni anche all’ufficio cultura del Comune di Vicenza (Ufficio Festival): 0444221541, 222101, info@vicenzajazz.org.

Ripercorrendo il programma di Vicenza Jazz 2011 in ordine cronologico, spicca subito il notevole prologo di lunedì 2 maggio (al Teatro Comunale), con Vinicio Capossela. Il celeberrimo cantautore arriverà a Vicenza nel corso del tour “Marinai, Profeti e Balene” che fa seguito alla pubblicazione del suo nuovo album.

La sera di venerdì 6 segna invece l’inizio del festival jazz vero e proprio, con un doppio appuntamento al Teatro Olimpico. Sarà una serata per ampi organici strumentali, nel segno di un progetto comune di grande fascino: l’I-Jazz Ensemble 2011 del trombonista prodige del jazz italiano Gianluca Petrella eseguirà “Il Bidone”, ispirandosi alle musiche del film di Fellini firmate da Nino Rota. In apertura di serata anche l’Orchestra del Teatro Olimpico diretta da Giancarlo De Lorenzo si produrrà in un “Omaggio a Nino Rota”, con la presenza solistica di un altro notevole trombonista: Roberto Rossi.

Sabato 7 il tradizionale appuntamento gratuito in Piazza dei Signori porterà a Vicenza un trombettista che ha saputo coniugare l’eccellenza strumentale con un vasto successo: Roy Paci. Assieme alla sua band Aretuska, Paci sottolineerà il legame di Vicenza Jazz 2011 con la musica popolare, già evidente dal prologo con Vinicio Capossela.

Domenica 8 un classico del jazz post-moderno degli anni Novanta tornerà nuovamente a essere eseguito dal vivo, complice anche il centenario della morte di Gustav Mahler: parliamo di “Mahler Re-visited” con l’Ensemble di Uri Caine, un progetto nel quale confluisce l’esperienza di due celeberrime produzioni discografiche del pianista statunitense: Urlicht/Primal Light (1998) e Gustav Mahler In Toblach (1999).

Nei due giorni successivi, al Teatro Comunale, si proseguirà nel segno delle star del jazz d’oltre oceano. Lunedì 9 sul palco si alterneranno il trio formato da Joe Locke, Rosario Giuliani e Dado Moroni e l’attesissimo sax di Steve Coleman con i suoi Five Elements, pronti a consegnarci una delle loro scorribande di jazz cinetico-esoterico: “Astronomical/Astrological Music Project”.

Martedì 10 sarà la volta dei rigogliosi ritmi afro-latini del sassofonista Chico Freeman con i suoi Guataca, impreziositi dalla presenza straordinaria del trombettista cubano par excellence: Arturo Sandoval.

Mercoledì 11 il Teatro Olimpico sarà il luogo dell’incontro tra una pianista dalla tecnica prodigiosa, la giapponese Hiromi Uehara, e l’Orchestra del Teatro Olimpico diretta da Giancarlo De Lorenzo. In una serata musicale dedicata alle pagine immortali di George Gershwin, spiccheranno le esecuzioni della Rhapsody in Blue per piano e orchestra (nella versione originale del 1924) e delle I Got Rhythm Variations (per pianoforte solo).

Giovedì 12 (al Teatro Comunale) la carte blanche affidata alla vocalist Maria Pia De Vito prosegue questa speciale formula inaugurata da Vicenza Jazz nel 2009 con Stefano Bollani e ripetuta con successo nel 2010 con Roberto Gatto. La De Vito sarà protagonista di una triplice esibizione: in solo, in duo col cantante e chitarrista brasiliano Guinga, in quintetto col fortunato progetto "Mind The Gap".

Serata dal forte senso progettuale, dedicata all'ultima grande rivoluzione musicale del jazz (la svolta elettrica), sarà quella di venerdì 13 al Teatro Comunale. Si potranno ascoltare in successione “About A Silent Way”, il futuribile omaggio a uno dei capolavori discografici di Miles Davis ideato da Martux_m, che dalla sua postazione elettronica dirigerà un gruppo nel quale spiccano tra gli altri Marcus Stockhausen (tromba), Francesco Bearzatti (sax) ed Eivind Aarset (chitarra), e “Remembering Weather Report”, tributo del bassista Miroslav Vitous alla storica band jazz-rock di cui fu un membro fondamentale, alla guida di un quintetto che comprende il trombettista ticinese Franco Ambrosetti, quindi Robert Bonisolo al sax tenore, Aydin Esen alle tastiere e Roberto Gatto alla batteria.

L’appuntamento finale di Vicenza Jazz 2011 si preannuncia come un concerto di toccante poeticità: sabato 14 al Teatro Olimpico Paolo Fresu sovrapporrà la sua tromba alle arcane armonie del coro A Filetta, proveniente dalla Corsica, in compagnia anche del bandoneonista Daniele di Bonaventura. Il loro “Mistico Mediterraneo” è appena uscito con successo su etichetta ECM.

Ma nella stessa giornata il tema delle musiche del mediterraneo sarà avvalorato anche dall’esibizione pomeridiana del gruppo Odwalla: un incontro tra percussionisti italiani e ballerini africani.

Molte iniziative collaterali amplieranno l’approfondimento del tema newyorkese del festival: una mostra fotografica dedicata agli scatti di Robert Otter (dal 5 al 15 maggio al Viart); la presentazione del fondamentale saggio “Bitches Brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis” (Il Saggiatore) a cura di Veniero Rizzardi ed Enrico Merlin (14 maggio); la performance del soprano Gabriella Costa con Andrea Bacchetti al pianoforte (8 maggio). Oppure creeranno nuovi percorsi tematici, come nel caso del convegno internazionale “L’improvvisazione musicale e la musicoterapia”, a cura del Centro Studi Musicoterapia Alto Vicentino (12 maggio).

Informazioni:
Assessorato alla Cultura – Ufficio Festival
Palazzo del Territorio, Levà degli Angeli, 11 Vicenza
Tel: 0444 221541 – 0444 222101
Fax: 0444 222155
e-mail: info@vicenzajazz.org
www.vicenzajazz.org

PREZZI CONCERTI DELLE ORE 21

Concerti dell'11 e 14 maggio 
            
Intero: euro 25,00 + d.p.
Ridotto: euro 20,00 + d.p.

Concerti del 6, 8, 9, 10, 12 e 13 maggio
Intero: euro 20,00+ d.p.
Ridotto: euro 15,00+ d.p.

Abbonamento per i concerti al Teatro Olimpico (6, 11 e 14 maggio)
Intero: 50,00 euro + d.p.
Ridotto: 40,00 euro + d.p.

Abbonamento per i concerti al Teatro Comunale (8, 9, 10, 12 e 13 maggio)
Intero: 70,00 euro + d.p.
Ridotto: 55,00 euro + d.p.

Abbonamento per tutti gli 8 concerti a pagamento delle ore 21
Valido Intero: 115,00 euro + d.p.
Ridotto: 90,00 euro + d.p.

Riduzioni
giovani fino ai 30 anni, over 60, associazioni culturali musicali, Touring Club Italiano,  dipendenti  Comune di Vicenza, dipendenti AIM

Concerto di Vinicio Capossela del 2 maggio
Intero: euro 50,00 + d.p.
Ridotto: euro 35,00 + d.p.

PREVENDITE                    
-  Biglietteria del Teatro Comunale, viale Mazzini, 39 - Vicenza 0444 324442,  biglietteria@tcvi.it ;martedì-sabato 15.30-18.30, martedì,giovedì e sabato anche 11-13.30
-  On line al sito www.tcvi.it
-  Sportelli della Banca Popolare di Vicenza

Direzione artistica: Riccardo Brazzale

Ufficio Stampa: Daniele Cecchini
cell. 348 2350217 e-mail: dancecchini@hotmail.com

 

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza