Città di Vicenza

27/07/2009

Cemento-amianto: ecco come va raccolto e smaltito

In questi giorni il Comune ha ricevuto alcune segnalazioni relative a coperture e tettoie in cemento-amianto (eternit) danneggiate dal maltempo.

A questo proposito il settore ambiente e tutela del territorio ricorda che il materiale contenente amianto è un rifiuto pericoloso e non deve assolutamente essere depositato nei cassonetti per la raccolta dei rifiuti urbani né abbandonato lungo strade, fossati o in qualsiasi altra area. Questo comportamento, se adottato da aziende, costituisce addirittura reato di natura penale.

Il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti contenenti amianto può essere fatto soltanto tramite ditte autorizzate.

In attesa dell’intervento della ditta autorizzata e solo se si tratta di piccole quantità di materiale, i proprietari delle strutture danneggiate possono raccoglierle e trattenerle per un periodo massimo di due mesi. Queste le precauzioni da adottare nella raccolta: non frantumare ulteriormente il materiale e non calpestarlo per evitare la formazione di polveri contenenti fibre di amianto nell’ambiente circostante; indossare mascherina protettiva, guanti, gambali, tuta e occhiali protettivi; rinchiudere i frammenti raccolti e il materiale protettivo usato in sacchi di plastica, sigillandoli con nastro adesivo;controllare periodicamente il sacco per accertare la sua integrità.

I proprietari dovranno chiedere dalla ditta autorizzata che porterà via i rifiuti contenenti amianto la copia della documentazione che li assolve da ogni responsabilità sullo smaltimento.

L’elenco delle ditte autorizzate, fornito dallo SPISAL dell’ULSS n. 6, è disponibile al settore ambiente e tutela del territorio: tel. 0444 221598.